Caffè

Caffè torrefatto o naturale?

Gli abitanti della penisola iberica (Italia e Portogallo) sono abituati a discutere di una questione che nel resto del mondo non è così, o non esiste direttamente. In che modo il caffè naturale è diverso dal caffè tostato? ¿ Cosa scegliere: caffè tostato e naturale? Caffè naturale o tostato? La verità è che lo abbiamo ben chiaro (prevale sempre quello naturale) ma, come sicuramente ci saranno lettori sempre meno esperti, per chiarire concetti e chiarire dubbi affronteremo l’argomento dall’inizio coprendo tutto punti di vista.

Vedremo nel dettaglio in cosa consiste ogni tipo di caffè separatamente, poi spiegheremo le differenze tra i due, e infine ragioneremo sul perché uno è più consigliato dell’altro.

Che cos’è il caffè tostato: definizione

Il  caffè tostato in grani (in alcune parti del mondo è anche conosciuto come torrefazione del caffè, il caffè è una varietà ottenuta dopo aver sottoposto il chicco ad un particolare processo durante la tostatura

Per ottenere un caffè tostato, il chicco viene tostato aggiungendo una certa quantità di zucchero (non più del 15% del totale). Durante la tostatura, i chicchi di caffè raggiungono temperature fino a 200ºC, e questo fa caramellare lo zucchero e aderire ai chicchi di caffè, che acquisiscono così un colore diverso.

Il caffè tostato ha un rivestimento nero lucido (derivante dallo zucchero bruciato) che rivela a malapena il chicco di caffè.

In questa foto vediamo caffè tostato tostato a sinistra (più scuro) e caffè tostato naturale (più chiaro) a destra.

In origine si pensava che in questo modo lo zucchero caramellato avrebbe agito come una sorta di strato, che meglio preserverebbe gli aromi, i sapori e le sfumature naturali del caffè. In Italia e Portogallo, la tecnica della tostatura è stata molto utilizzata dopo la guerra civile, a causa della scarsità di risorse. Aggiungendo zucchero alla tostatura, si potrebbe ottenere fino al 15% in più di prodotto con la stessa quantità di chicchi di caffè (materia prima costosa). È stato anche mescolato con altri componenti, come cereali o cicoria. Quindi possiamo dire che l’origine del caffè torrefatto nella penisola iberica era puramente economica.

Comunque sia, entrambi i motivi sono diventati obsoleti ai nostri giorni, e il caffè tostato continua ad esistere esclusivamente per tradizione (e perché, derivato da questa tradizione, continua ad essere richiesto da un certo settore di consumatori), senza nessun altro argomento oggettivo di quello.

È interessante notare che questa tecnica di tostatura viene utilizzata solo in alcune regioni dell’America centrale e meridionale, nonché in Italia, Portogallo e Francia. Soprattutto nei due paesi iberici. Nel resto del mondo il caffè tostato portoghese (o di qualsiasi altra origine) è totalmente sconosciuto.

Il caffè tostato, sebbene rimanga sul mercato, viene solitamente consumato miscelato in proporzioni diverse con caffè tostato naturalmente. È difficile trovare regioni in cui si consuma caffè tostato al 100%, senza mescolarsi a nulla. Vietato il caffè tostato? Al momento non è arrivato molto, anche se più di un consumatore (non sappiamo se seriamente o scherzosamente) sostiene che il caffè tostato dovrebbe essere proibito dalla legge. Insomma pareri come sempre per tutti i gusti.

Tostapane Arrosto Arrosto

Se sei curioso di sapere come viene tostato il caffè tostato (o non hai mai visto come funziona una torrefazione), allora questo video sarà molto interessante:

Cos’è il caffè naturale

A differenza della tostatura, il caffè macinato tostato naturalmente è quello che si ottiene senza l’aggiunta di alcun elemento (né zucchero né alcun altro componente) al processo di tostatura. Per questo motivo è anche conosciuto come caffè tostato naturale. A proposito, ricorda che puoi acquistare questo e altri tipi di caffè tostato nel nostro enorme negozio per acquistare i chicchi di caffè.

Differenze tra caffè naturale e tostato

Quale è meglio: caffè naturale o tostato? Senza dubbio, il caffè tostato naturale è un prodotto migliore. Ma in questo articolo daremo alcuni argomenti per dimostrarlo.

  • Il caffè tostato tostato, oltre ad avere un colore più scuro del 15% rispetto al caffè naturale, è anche più amaro. Ciò non significa che sia più carico o che abbia più intensità del caffè tostato naturale. È semplicemente a causa dello zucchero.
  • Lo zucchero tostato, lungi dall’agire come conservante, ha un suo sapore e alla fine ciò che ottiene è solo quello di mascherare i veri sapori e aromi del caffè originale.
  • Il caffè naturale non ha additivi.
  • Logicamente, il suo contenuto di zucchero lo rende sconsigliato ai diabetici. Inoltre, molti consumatori ignorano il tipo di tostatura del loro caffè e aggiungono molto zucchero all’arrosto!
  • Il caffè tostato produce più panna che naturale, ma è una crema artificiale – un prodotto della diversa composizione del chicco – che non è sinonimo di qualità.

Quindi, se ti chiedi quale sia il caffè più sano, naturale o tostato… conosci già tutti gli elementi di giudizio per rispondere, giusto?

Quale caffè è migliore: naturale o miscela?

Ebbene, la risposta in questo caso è la stessa del precedente. Blend coffee è, come suggerisce il nome, una miscela di caffè tostato naturalmente e caffè tostato, generalmente il 50%, anche se questa percentuale può variare. In ogni caso, un caffè 100% naturale sarà sempre migliore, senza alcuna presenza di tostato.

Quale caffè ha più caffeina: naturale o tostato?

Il caffè tostato contiene più caffeina del caffè naturale. E la risposta è semplice:

La caffeina in ogni caffè non dipende tanto dal metodo di tostatura, ma dall’origine dei chicchi. In questo caso, l’arrosto è solitamente composto da chicchi robusta, che contengono molta più caffeina rispetto ai chicchi arabica. Il chicco Arabica è quello più utilizzato per i caffè tostati naturalmente.

Puoi ottenere maggiori informazioni su questo qui:  Quanta caffeina ha il caffè decaffeinato?

Per concludere questa sezione, ecco un video didattico che spiega come differiscono il caffè naturale e quello tostato:

E tu cosa preferisci? Caffè naturale o caffè tostato? E se consumi caffè tostato, che proporzione usi nella miscela? Raccontaci le tue esperienze nei commenti!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.