Caffè

In cosa differisce un cappuccino da un latte macchiato?

Nel mondo dei baristi, e sempre più nel mondo degli amanti del caffè, ci sono due bevande la cui preparazione fa la differenza e sono oggetto di costante commento e dibattito. Intendiamo cappuccino e latte macchiatto. Tuttavia, tra il pubblico in generale le differenze tra i due caffè non sono sempre chiare. Per questo motivo, in questo articolo vedremo esattamente in cosa consiste ciascuna delle due bevande, quali sono le differenze tra loro e come devono essere preparate correttamente.

Abbiamo iniziato!

Cos’è un cappuccino?

Il cappuccino è composto principalmente da un caffè espresso, latte e schiuma di latte, che devono essere serviti in quest’ordine anche in tazza.

Per fare questo, dovremo fare due passaggi precedenti: per prima cosa, preparare l’espresso -e servirlo in tazza-. In secondo luogo, montare o montare il latte per ottenere quella consistenza densa caratteristica del cappuccino. Le proporzioni ideali per preparare un cappuccino, anche se c’è sempre polemica, sono 25 ml di caffè espresso e 125 ml di latte. Possono essere prolungati fino a un massimo di un quarto (25%) di espresso e il resto del latte.

Altro dettaglio fondamentale nella preparazione del cappuccino è la temperatura: il latte al momento di servirlo non deve mai superare i 70º, né deve raggiungere il punto di ebollizione (80º) anche se poi lo lasciamo raffreddare un po ‘. La temperatura di servizio ideale è leggermente al di sotto di questa cifra… tra 65º e 70º. Altrimenti, a temperature più elevate, le bolle d’aria sarebbero troppo grandi e la schiuma sarebbe inconsistente: scomparirebbe in pochi secondi.

Inoltre, la cosa corretta è servire il cappuccino in una tazza di ceramica o porcellana, ideali per trattenere il calore.

Il cappuccino viene solitamente servito decorato con cacao o cannella in polvere, leggermente spruzzato sulla superficie della schiuma di latte. Anche se quest’ultimo dettaglio varia di più a seconda dei gusti di ciascuno.

Cos’è un Latte Macchiatto?

Latte Macchiatto, tradotto in italiano, è letteralmente “latte macchiato”. Ecco la prima e grande differenza rispetto al cappuccino: nel latte macchiato il caffè viene servito sopra il latte, mentre nel cappuccino il latte viene servito sopra il caffè.

Se vogliamo mantenere le cose semplici, diremmo che il latte macchiato è un bicchiere di latte caldo in cui viene versata una dose di caffè espresso (o anche mezza dose, a seconda del consumatore). Macchie di caffè latte.

Tuttavia, la tecnica di preparazione del latte macchiato consiglia di montare solo la metà superiore del latte, quindi versare l’espresso molto lentamente e delicatamente. In questo modo il caffè «attraverserà» il primo strato di schiuma di latte – più leggero -, ma rimarrà sopra il latte non schiumoso – più pesante. Il risultato è la caratteristica e bellissima bandiera tricolore che possiamo vedere nella foto sotto.

Il latte macchiato viene solitamente servito in un bicchiere lungo e trasparente, per meglio apprezzare il contrasto di colori e la scomposizione del caffè sul latte.

Differenze tra un cappuccino e un latte macchiatto

Gli ingredienti di entrambe le bevande avete già visto che sono essenzialmente gli stessi: un espresso e un latte che viene vaporizzato. Tuttavia, le differenze arrivano quando si tratta di usarli e servirli.

  • Nel cappuccino viene servito prima l’espresso, seguito dalla schiuma di latte. Nel latte macchiato è fatto esattamente nell’ordine opposto.
  • Il cappuccino va servito in una tazza di ceramica perché trattiene meglio il calore. Il latte macchiato, in un bicchiere alto e trasparente per apprezzare i vari strati di cui è composto. Nel nostro negozio per acquistare bicchieri da caffè hai alcune opzioni interessanti al riguardo.
  • Generalmente il latte macchiato ha una quantità di caffè molto inferiore a quella di un cappuccino (anche se in questo il consumatore ha sempre l’ultima parola).

Come sono fatti cappuccino e latte macchiato

Nonostante esistano varie tecniche per preparare cappuccini e latte in modo artigianale e senza macchine, è opportuno disporre di una macchina espresso manuale  per poter controllare tutti i parametri, sia per la preparazione dell’espresso che per la vaporizzazione del latte.

Puoi prepararli più velocemente, anche se con un minor controllo manuale del processo, con una macchina espresso automatica. Queste caffettiere di solito hanno una funzione One Touch  che ti consente di gustare un cappuccino o un latte macchiato nelle proporzioni esatte con il semplice tocco di un pulsante. Posiziona la tazza o il bicchiere sotto il beccuccio, premi il pulsante… e attendi.

La caffettiera si prende cura di tutto. Macina il caffè, estrai l’espresso, monta il latte, servi tutto nell’ordine corretto e con la giusta pressione… un’ottima alternativa per goderti la preparazione professionale a casa tua senza dover seguire un corso da barista o avere una conoscenza tecnica approfondita quest’arte.

Qualunque sia il metodo di preparazione scelto, avrai bisogno di determinati strumenti per ottenere un risultato corretto nella tua preparazione. Ad esempio, per montare il latte nelle migliori condizioni e non alterarne le proprietà, l’ideale è utilizzare una caraffa in acciaio inox. È anche molto importante utilizzare latte intero, che ha una maggiore quantità di grassi, per ottenere la schiuma come vogliamo veramente.

E sempre, sempre, il latte deve essere freddo prima di schiumare. Così che? Bene, per avere più tempo per lavorarlo e ottenere più schiuma prima che raggiunga la cima di 65º di cui abbiamo parlato prima. Il latte perfetto, dopo la cottura a vapore, dovrebbe essere lucido e le bolle d’aria non dovrebbero essere visibili ad occhio nudo. Più sono piccole, maggiore sarà la consistenza della crema.

Infine, proveremo ad illustrare la nostra relazione teorica con alcuni video che ti aiuteranno a visualizzare, e mettere in pratica, tutti i concetti appresi.

In questo primo video, un barista professionista ci mostra come preparare un cappuccino a casa con una macchina espresso:

La qualità dell’immagine non è delle migliori, ma abbiamo scelto questo video perché il barista utilizza una macchina per caffè espresso (che è quella che la maggior parte dei lettori ha a casa) invece di una professionale.

E in quest’altro possiamo vedere più in dettaglio la seconda parte del processo: montare e servire il latte.

Infine, il video dimostrativo di come preparare un latte macchiatto. Presta particolare attenzione ai dettagli di servire l’espresso con l’aiuto di un cucchiaino alla fine del processo. Questo viene fatto in modo che il caffè penetri quanto vogliamo e otteniamo così gli indispensabili 3 strati di latte macchiato:

Cosa ne pensi? Prepara spesso qualcuna di queste bevande a casa? Se è così, dicci i tuoi trucchi o le tue preferenze lasciandoci un commento qui sotto.


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.