Caffè

Tipi di caffè macinato: uno spessore per ogni caffettiera

La macinatura del caffè è forse l’aspetto più determinante nel risultato finale della nostra bevanda. Pochi utenti lo sanno, o meglio, pochi danno a questo passaggio l’attenzione che merita. In effetti, pochi di noi hanno un buon macinacaffè a casa. vero? Grande errore, perché la maggior parte delle macchine da caffè in Italia utilizza direttamente il caffè macinato.

A seconda di come prepareremo il nostro caffè, il processo di estrazione richiederà che il caffè macinato originale sia più o meno fine per ottenere risultati ottimali. In questo articolo spiegheremo perché, e illustreremo anche i motivi che fanno sì che una molatura impropria rovini qualsiasi preparazione.

Dovresti anche sapere che esiste una relazione diretta tra la dimensione della macinatura e il tempo di erogazione del caffè: le macinature più fini si tradurranno in una preparazione ed estrazione più rapida del caffè, mentre le macinature più grossolane impiegheranno più tempo a preparare preparazione.

Senza ulteriori indugi, ti diremo di quale caffè macinato hai bisogno per ogni tipo di macchina da caffè:

Caffè macinato per macchine da caffè espresso

La macinatura necessaria per le macchine espresso è la più particolare e diversa dal resto delle macinature di cui parleremo in questo post. Il caffè macinato per preparare gli espressi deve essere adattato alle caratteristiche peculiari di queste caffettiere, che in soli 25-30 secondi dovrebbero estrarre il massimo di aroma, sapore, crema e intensità del caffè che serviamo.

Per questo, se utilizzeremo una macchina per caffè espresso, avremo bisogno di una macinatura molto fine, quasi quasi polvere. Nonostante questo, devi mantenere un equilibrio. Se stiamo troppo bene, l’espresso sarà eccessivamente amaro.

Se invece usiamo una macinatura troppo grossa in una macchina espresso, il caffè risulterà bruciato e disincarnato, con un colore più scuro del normale. Inoltre, quando si prepara un espresso in una macchina espresso, altri fattori influenzano, come la pressatura o la dose (il numero di grammi di caffè macinato che andremo ad utilizzare). Per quest’ultimo puoi utilizzare un pressore professionale (ne abbiamo tantissimi nel nostro store).

Come puoi vedere, preparare un espresso perfetto richiede una certa abilità, ed è sicuramente uno dei processi più artigianali di cui parleremo in questo post.

Pensando all’utente domestico, le particolarità della macinatura per macchine espresso non finiscono qui, poiché richiedendo grande finezza ci troviamo di fronte a due barriere nell’acquistarla:

  • Il caffè macinato commerciale (cioè quello che viene venduto già macinato e confezionato) è troppo denso per questo scopo, quindi non abbiamo altra scelta che acquistare i chicchi di caffè e macinarli da soli.
  • Non tutti i macinacaffè sono in grado di raggiungere la finezza richiesta per preparare un espresso.

Sembra difficile farlo bene, giusto? Ebbene, non è tanto se consulti la nostra guida all’acquisto di un macinacaffè, e una volta che hai il giusto caffè macinato per la tua macchina espresso, è solo questione di pratica, pratica e pratica.

NOTA: Se utilizziamo una caffettiera a idropressione, sebbene tecnicamente siano considerate macchine da caffè semi-espresse, è conveniente utilizzare una macinatura media, invece di una macinatura fine. Questo perché l’acqua nelle macchine da caffè a pressione idraulica passa attraverso il filtro del caffè a una velocità molto più lenta rispetto alle macchine da caffè a pompa.

Macinatura per macchine da caffè italiane

Il caffè italiano o moka serve anche per preparare l’espresso, anche se il meccanismo di estrazione del caffè è diverso e quindi anche le esigenze del macinato (e il risultato finale, ovviamente ) lo sono. In sostanza, le macchine da caffè italiane rappresentano la versione manuale del processo descritto nella sezione precedente.

In una caffettiera italiana dobbiamo usare caffè macinato a grana fine. Cioè, qualcosa di meno bello di quello che useremmo in una macchina da caffè espresso.

A causa del particolare tipo di infuso derivante da una caffettiera italiana, se usiamo una macinatura eccessivamente fine corriamo il rischio che il caffè abbia un sapore troppo astringente.

E un altro dettaglio importante: in una moka o in una caffettiera italiana non bisogna mai pressare il caffè macinato all’interno del filtro. È necessario assicurarsi che sia ben livellato e che la sua superficie sia uniforme. Ma non dovresti mai spingerlo.

Caffè macinato per macchine da caffè a goccia

Le macchine da caffè a goccia o filtro impiegano un caffè macinato di grana media, più o meno dello spessore confezionato e venduto nei negozi. Ciò non toglie che consigliamo di utilizzare questi caffè premacinati, poiché inevitabilmente, e come abbiamo già spiegato in altre occasioni, il caffè perde proprietà prima di essere confezionato.

Perché? Perché il caffè appena macinato rilascia gas che devono essere dissipati prima di essere confezionato e confezionato sottovuoto. Nel tempo necessario per dissolvere questi gas, il caffè macinato ha già perso parte della sua freschezza e sapore.

Quindi, niente come avere caffè appena macinato pronto per l’uso nella nostra macchina da caffè.

Nel caso delle macchine da caffè a goccia, la regola della macinatura a medio spessore ha alcune sfumature a seconda del tipo di filtro  che utilizziamo nella nostra macchina da caffè. I più comuni nelle macchine da caffè a goccia sono i filtri in carta usa e getta e monouso, ma si possono utilizzare anche filtri metallici permanenti che hanno pori più larghi e quindi consentono un caffè un po ‘più denso. Anche i filtri in tessuto sono permanenti, sebbene meno frequenti.

Se utilizziamo un filtro in tessuto, la macinatura dovrà essere leggermente più fine del punto medio, poiché i pori di questo materiale sono notevolmente più piccoli. In ogni caso queste variazioni devono essere minime, poiché si parla sempre di gradi diversi all’interno di uno spessore medio di molatura.

In una caffettiera a goccia, se usiamo una macinatura più grossolana di quella adeguata, il caffè non colerà (cioè l’acqua cadrà nella caraffa quasi senza averla assaggiata), e il risultato sarà un caffè che non ha estratto tutto l’aroma.

Se invece usiamo una macinatura troppo fine, l’acqua impiegherà troppo tempo a passare attraverso il filtro, e il caffè risulterà sovraestratto (molto amaro). Inoltre, possiamo anche trovare alcuni resti nella nostra bevanda sotto forma di polvere non estratta. Sgradevole.

NOTA: Oltre a utilizzare una macinatura media, è importante assicurarsi che il caffè macinato sia distribuito in modo uniforme e orizzontale su tutta la superficie del filtro.

Foto: cafelanacional.com

Spessore della molatura per la stampa francese

Lo stantuffo del caffè (chiamato anche French press) prepara il caffè per infusione, quindi pressato ulteriormente con lo stantuffo sopra. L’infusione, per gli incapaci, è la stessa che si fa con il tè o la camomilla: lasciate l’acqua rimanente una volta -incirca 4 minuti- a riposo inzuppando i chicchi di caffè e assorbendo gradualmente tutte le sue sfumature.

Il risultato è un caffè straordinariamente gustoso e aromatico. Non a caso, alcune macchine espresso incorporano un sistema che preinfonde i chicchi prima dell’estrazione per ottenere tutti i possibili aromi e sapori.

Per infondere i chicchi di caffè, è necessario che abbiano una macinatura grossa, poiché se fossero troppo fini l’acqua difficilmente avrebbe una superficie di contatto con loro… e il risultato sarebbe un intruglio amaro, senza sapore riconoscibile, senza corpo e senza fascino, nessun tipo.

Inoltre, una macinatura troppo fine per la stampa francese causerà anche la fuoriuscita di troppi pezzi quando viene servita la bevanda.

Caffè macinato per caffettiere turche

Se stiamo per preparare il caffè turco con un cezve (o un contenitore simile a una caffettiera turca) allora avremo bisogno di una macinatura speciale, che lascia il caffè letteralmente trasformato in polvere: quasi con una consistenza di farina. Potremmo chiamarlo caffè in polvere, piuttosto che caffè macinato. Ed è che nel caffè turco l’acqua non filtra il caffè, né viene mescolata una volta preparato. Le polveri galleggiano letteralmente sul fondo dell’infuso.


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.