Caffè

Macchine da caffè automatiche con Auto Cappuccino

Sempre più utenti, con la diffusione in Italia delle macchine da caffè superautomatiche, si uniscono al piacere indescrivibile di preparare e gustare un cappuccino a casa propria (l’affermazione vale anche per il latte macchiato, il caffe latte o qualsiasi altra preparazione simile che richieda il intervento di un tubo per montare il latte).

Tuttavia, lo spettro delle macchine da caffè automatiche è molto ampio e gli acquirenti interessati a queste macchine si trovano spesso di fronte a così tante opzioni, funzioni e possibilità che non sanno nemmeno da dove cominciare. In questo articolo vogliamo chiarire tutto ciò che riguarda le macchine da caffè che permettono di preparare i cappuccini in automatico. Non tutte le macchine automatiche hanno questa possibilità e non tutte le macchine per cappuccino hanno lo stesso sistema di schiumatura. Sei in disordine? Non riesci a distinguere tra un cappuccinatore automatico e una macchina da caffè One Touch con cappuccino? Bene, leggiamo e leviamoci dai dubbi!

Per cominciare, stabiliremo chiaramente la differenza tra una caffettiera con un panarello e un’altra con un capuccinatore.

Caffettiere con Panarello

Il panarello non è esattamente il classico schiumatoio, quello che c’è sempre stato, ma è molto simile. E serve allo stesso scopo. Per operare con esso è sufficiente inserire l’ugello del tubo nel contenitore dove abbiamo il latte, e attivarlo fino a quando il latte non si sarà emulsionato a nostro piacimento.

Le caffettiere automatiche con Panarello di solito hanno solo la funzione One Touch (premendo un solo pulsante) al solo caffè: espresso corto, lungo, americano e così via . Ciò significa che se vogliamo fare un cappuccino in casa, dovremo gestire da soli l’ugello, e quindi imparare a padroneggiare alcuni concetti base legati a temperatura, grasso del latte, contenitori da emulsionare e così via.

Foto: beccuccio e panarello di una macchina da caffè automatica Krups EA8105.

Caffettiere a cappuccinatore

Il cappuccinatore, o capuccinatore come lo chiamano gli italiani, è un sistema che permette di montare il latte praticamente senza intervento da parte dell’utente. È noto anche come capuccinatore automatico, ma il nome è l’ultimo e non può essere usato per fuorviare: l’importante è il concetto.

In queste macchine da caffè automatiche con cappuccino, il latte viene prelevato direttamente dal contenitore dove lo abbiamo (può essere una brocca, un serbatoio integrato nella macchina da caffè stessa, o anche il cartone del latte stesso), viene emulsionato, aspirato, passa attraverso i condotti delle parti interne della macchina da caffè e finirà direttamente all’uscita dell’ugello. Tutto questo è ottenuto grazie ad un caratteristico tubo in gomma trasparente (o rubinetto) che altro non è che l’autostrada attraverso la quale viaggia il latte.

Questi cappuccini automatici possono trasformarsi in due versioni: se il latte va all’uscita dell’ugello sarà cura dell’utilizzatore posizionare la tazza o il bicchiere nell’apposito punto per raccogliere la schiuma quando esce. Al contrario, se il tubo è collegato direttamente all’erogatore del caffè, la schiuma o il latte fluiranno direttamente nella tazzina senza bisogno di cambiare posizione.

Ad esempio, nel Severin S2 + vediamo come lo spigot è collegato direttamente al getto. La schiuma di latte cadrà sulla nostra tazza.

Al contrario, sulla Melitta E957 (Melitta Caffeo Solo Perfect Milk) l’erogatore del cappuccino va verso l’uscita dell’ugello. Se non spostiamo la tazza da sotto il beccuccio, la schiuma di latte cadrà a terra.

Meno frequente, ma altrettanto pratico, è il caso della Jura E80, una macchina da caffè che ha il cappuccinatore a destra e l’erogatore del caffè centrale, ma è in grado di fare cappuccini e latte con il cappuccinatore senza che l’utente debba farlo per spostare il bicchiere. Come? Bene, molto semplice: il cappuccinatore ha un’uscita aggiuntiva per il caffè espresso, che viene utilizzata quando si seleziona una di queste specialità con schiuma di latte.

Differenza tra Panarello e Capuccinador

Il panarello è un tubo che emette vapore e che dobbiamo introdurre nel contenitore dove abbiamo il latte, per emulsionarlo. Successivamente, dovremo versare questa schiuma di latte o servirla dove vogliamo. L’intero processo di emulsione è sotto la responsabilità del barista o dell’utente.

Il cappuccinatore «prende» il latte da un contenitore, la schiuma, e lo versa verso un’altra uscita, sotto la quale dobbiamo assicurarci che la nostra tazza o bicchiere sia perfettamente posizionata. In questo secondo sistema la caffettiera è in grado di regolare il tempo di emulsione e la quantità di schiuma che deve servire.

Macchina per cappuccino vs funzione automatica di cappuccino

È importante distinguere che l’auto-cappuccinatore non è lo stesso della funzione One Touch Cappuccino della maggior parte delle macchine da caffè automatiche. La caffettiera può avere la funzione cappuccino a un pulsante, ma usa per essa un panarello convenzionale: lascia cioè a noi il compito di muovere la tazza o inserire l’ugello nella tazza quando opportuno. Tuttavia, non accade il contrario: tutte le macchine da caffè con cappuccinatore automatico ci permettono di fare i cappuccini premendo un solo pulsante.

Parleremo più  avanti di questo tipo di macchine da caffè One Touch. Alcuni di loro hanno anche un proprio contenitore (serbatoio del latte) per poter conservare il latte all’interno e non devono dipendere dal nostro contenitore.

Accenniamo ora brevemente ad alcuni casi meno frequenti (poiché non tutte le macchine da caffè super automatiche si dividono in » con panarello » o » con capuccinatore «).

Macchine caffè automatiche senza Panarello

Ci sono alcune macchine da caffè che hanno il sistema di tappatura integrato nel gruppo caffè, e quindi non hanno il panarello a vista (tubo per schiumare classico). In questa foto vediamo la parte anteriore della Saeco Intelia Deluxe, che ci permette di fare un cappuccino One Touch (pulsante in alto a destra), ma non ha il tubo per schiumare. Incorpora invece una brocca o serbatoio del latte, di cui vediamo la sua parte superiore a destra dell’erogatore del caffè.

Quando premiamo il pulsante per il cappuccino, o qualsiasi altra specialità con schiuma di latte, la macchina del caffè aspira il latte direttamente dalla caraffa, lo emulsiona e lo versa attraverso il beccuccio nella nostra tazza.

Caffettiere automatiche con panarello e cappuccinatore

E ad un livello superiore troviamo le caffettiere come la Exprelia, che ha il sistema di tappatura integrato, ma include anche il classico panarello così da poterlo utilizzare manualmente ogni volta che ne abbiamo voglia.

Qui lo vediamo: panarello a sinistra, cappuccinatore con serbatoio del latte proprio a destra. Tutto in uno!

Macchine da caffè con One Touch Cappuccino

Abbiamo già visto che in una macchina da caffè automatica senza la funzione One Touch Cappucino, il processo per preparare un cappuccino è completamente manuale e ricade al 100% sulle capacità dell’utente. Bisogna preparare un espresso, poi montare il latte a parte, in un altro recipiente, e quando abbiamo la schiuma pronta, servirla sul nostro caffè. Ovviamente sia i tempi di schiumatura che la quantità di schiuma di caffè sono a totale discrezione dell’utente.

In una macchina da caffè One Touch, invece, quando si preme il pulsante cappuccino, sarà la macchina stessa ad avviare un processo completamente predefinito: montare il latte per X secondi, servire una certa quantità di schiuma, l’espresso è sempre della stessa dimensione, ecc.

Questo è quello che stiamo cercando e quello che andremo a riflettere nella classifica che troverai nella seconda parte di questo articolo. Alcuni utilizzano un cappuccinatore classico, altri un cappuccinatore che preleva il latte direttamente da un qualsiasi contenitore esterno, altri ancora che hanno addirittura il proprio serbatoio latte integrato.

Sul pannello di controllo di una di queste macchine da caffè con cappuccino automatico è possibile trovare un pulsante per ogni specialità (solitamente cappuccini e latte, ma anche altre preparazioni a seconda di quanto è avanzata la macchina). Devi solo premere quello che ti piace di più, e in pochi secondi lo avrai fumante e appena fatto nella tua tazza.

In questa foto di esempio potete vedere il pannello (digitale, tattile ea colori) della macchina da caffè superautomatica Siemens EQ.6:

Esistono dei modelli molto avanzati in cui è addirittura possibile personalizzare alcuni di questi parametri per il cappuccinatore (più o meno schiuma, più o meno temperatura…).

Le 10 migliori macchine da caffè One Touch con cappuccino

In questa classifica passeremo in rassegna le 10 migliori macchine da caffè automatiche One Touch, che ci permettono di gustare un cappuccino professionale a casa semplicemente premendo un pulsante. Per chiarire: quelli che hanno un pulsante specifico sul proprio pannello di controllo per fare i cappuccini.

Specificheremo in tutti i casi se è necessario spostare la tazzina dal sito oppure no.

Saeco Incanto

L’ Incanto è già un classico nel mondo delle macchine da caffè One Touch, e uno dei grandi successi di Saeco negli ultimi anni. Lo inseriamo in questa classifica soprattutto per il suo ottimo rapporto qualità prezzo, anche se se parliamo di prestazioni ci sono altri modelli all’interno della stessa marca che possono superarlo.

La versione con cappuccinatore raccoglie il latte da un contenitore esterno e serve la schiuma attraverso l’uscita dell’ugello (non direttamente sulla nostra tazza).

occhio! L’Incanto ha una versione con panarello e un’altra con cappuccinatore automatico, che costa circa 100 euro in più ed è quella che ci interessa davvero per questa classifica. Ha anche una terza opzione, molto più costosa, con cappuccinatore integrato e serbatoio del latte proprio.

Melitta Passione OT

L’ OT è il modello avanzato della caffettiera Passione di Melitta. Uno dei suoi grandi vantaggi è che la schiuma di latte va direttamente all’uscita dell’erogatore del caffè, e quindi non sarà necessario spostare la tazza quando vogliamo preparare cappuccini o latte (le due specialità che la macchina da caffè ha integrato la funzione One Touch).

Delonghi ETAM 29.660

La gamma ETAM di macchine da caffè automatiche Delonghi è molto ampia, e spicca uno dei modelli più evoluti: la 29.660.

Come possiamo vedere, questa versione ha un serbatoio del latte integrato (non possiamo prenderlo da un contenitore esterno, ma il latte deve essere servito prima lì) e la schiuma viene rilasciata attraverso il cappuccinatore. Fortunatamente, il tubo può essere diretto verso la tazza, quindi non avremo bisogno di spostarlo.

Quello che ci piace di più dell’ETAM 29660 è che incorpora il » Menu Latte «, un menu di opzioni specifiche per le specialità di latte One Touch. Tra questi, oltre al classico cappuccino, troviamo il Latte Macchiato, il semplice latte, o il Flat White.

Saeco PicoBaristo

Ebbene eccolo, un piccolo gradino sopra l’Incanto troviamo questo PicoBaristo, uno dei gioielli della corona di Saeco. Esiste con e senza lattiera, ma entrambi i modelli consentono la preparazione dei cappuccini OneTouch e hanno lo stesso cappuccinatore di alta qualità.

La differenza essenziale rispetto alla Saeco Incanto sta nel menù » Bevande Speciali «, che permette, con un solo tasto, la preparazione automatica di molte più specialità rispetto alla precedente macchina da caffè.

Oster Prima Latte

Fa eccezione in questa classifica l’ Oster Prima Latte, poiché non è una macchina da caffè automatica, ma un espresso manuale (con il suo portafiltro, il suo mestolo e altri). Nonostante ciò, è una macchina così popolare e ampiamente venduta che siamo obbligati a menzionarla in una compilation di macchine per cappuccino come questa.

Il suo funzionamento è molto semplice: ha un serbatoio del latte, dal quale la macchina da caffè aspira la quantità di cui ha bisogno, lo emulsiona e lo serve attraverso la bocchetta di uscita alla tazza o contenitore che abbiamo posizionato sotto.

Severin S2 +

La Severin S2 Plus è un’altra di quelle macchine da caffè automatiche economiche, dalle buone prestazioni e poco conosciute (o poco riconosciute, sarebbe meglio dire) in Italia. Il suo cappuccinatore è collegato direttamente al beccuccio di uscita, quindi la schiuma di latte fuoriesce dallo stesso condotto del caffè e non dovremo spostare la tazza quando premiamo l’opzione cappuccino automatico.

La  Severin S2 +  è un’ottima opzione per coloro che vogliono godersi una macchina da caffè di questo tipo senza perdere lo stipendio del mese nel tentativo.

Bosch VeroAroma

La macchina da caffè superautomatica Bosch è la versione migliorata della  VeroCafe  (che è anche una famosa macchina di questo tipo). Oltre al cappuccino, i pulsanti automatici del  Bosch VeroAroma  ci permettono di preparare in un attimo altre specialità, come il Café Crema, il Café Latte (con latte) o il Latte Macchiato. L’uscita del cappuccino va direttamente all’erogatore del caffè.

Miele CM6310

Questa è un’azienda non molto conosciuta nel settore delle macchine da caffè (le lavatrici Miele ti suoneranno più familiari , giusto?). Molti utenti rimangono sorpresi quando scoprono che le macchine da caffè Miele sono tra le migliori macchine One Touch sul mercato europeo.

Segnaliamo questo modello CM6310, dal design spettacolare e con touch screen. Il cappuccinatore serve la schiuma di latte attraverso gli stessi tubi di uscita del caffè.

Siemens EQ8

Tra le tante macchine da caffè superautomatiche di Siemens, rimarremo fedeli al modello EQ.8, uno dei più avanzati. Non è affatto economico, ma ha tutte le funzioni che possiamo chiedere per una delle migliori macchine da caffè superautomatiche in circolazione… e qualcuna in più per una mancia.

Ha diversi profili utente, un serbatoio da 2,4 litri, un’enorme varietà di bevande pronte per la preparazione (sempre One Touch, premendo un solo pulsante) e, naturalmente, il beccuccio del latte viene servito direttamente sulla tazza del caffè. Esce attraverso un proprio condotto, posto proprio al centro dei due beccucci del caffè espresso.

Viesta One Touch 500

Concludiamo la nostra classifica con un’altra macchina da caffè automatica poco conosciuta in Italia, ma molto prestigiosa in Europa. Viesta è un produttore tedesco specializzato in questo tipo di macchine, e questa volta ci propone nel suo modello One Touch 500 una magnifica macchina da caffè One Touch ad un prezzo molto competitivo.

Il  Viesta One Touch 500  non ha il panarello (o il classico cappuccinatore), il che significa che non fa schiuma su nessun contenitore. Quello che fa è prendere o aspirare il latte dalla caraffa o dal cartone in cui lo abbiamo, montarlo all’interno della caffettiera stessa e servirlo attraverso il beccuccio (senza dover spostare la tazzina dal luogo).


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.