Caffè

Cos’è un bianco piatto?

In Italia non è molto popolare, ma in altri paesi del mondo il Flat White è una preparazione ben nota e in molti casi una delle più tradizionali esistenti. Ordinare un Flat White, infatti, può essere una buona risorsa se ti trovi in ​​un paese straniero e non vuoi rischiare che il cameriere interpreti male le tue istruzioni sulla quantità di caffè e latte che desideri. Se dovessimo dare un riferimento in termini di proporzioni, il taglio tradizionale da qui potrebbe essere una bevanda abbastanza equivalente.

Come vedremo di seguito, un caffè con latte e un flat white non sono esattamente la stessa cosa (né è un taglio). Vediamolo in dettaglio

Cos’è il bianco piatto?

Il flat white è un caffè fatto con due espresso, un po ‘di latte e uno strato di schiuma di latte fine sopra. È importante che lo strato di latte non sia molto abbondante, perché proprio il nome di flat white si riferisce a «flat coffee» (flat è piatto, in inglese), e «flat» deve essere la parte bianca: la schiuma di latte.

Quindi ora lo sai. Ingredienti di un bianco piatto:

  • Due espressi (nessun caffè normale).
  • Schiuma di latte o latte emulsionato. Può essere servito prima con un po ‘di latte, ma l’ultimo strato deve essere di schiuma. E molto bene.

Incoronando il doppio espresso con uno strato sottile di latte, abbiamo la possibilità di decorare il nostro flat white praticando la sempre più diffusa latte art, ovvero latte art (cosa che non potresti mai fare se quello che metti in tazza è latte non emulsionato).

E dopo questa teoria, più o meno accettata in tutto il mondo, arrivano variazioni e controversie. Questo è comune in tutto il mondo del caffè e nemmeno il flat white viene risparmiato.

In questo caso specifico, ci sono varie ricette per il flat white. Ad esempio, alcuni settori del pubblico (soprattutto in Australia, il loro paese di origine), lo preferiscono solo con un singolo espresso, non con un doppio espresso. Un’altra variante popolare è preparare un bianco piatto con due ristretti invece di due espressi.

Come sempre, alla fine è una questione di gusti.

In che modo un bianco piatto è diverso da un cappuccino?

Tra tante polemiche e disaccordi, c’è qualcosa che possiamo dare per scontato riguardo al flat white:

La differenza – e la caratteristica principale – di un flat white rispetto ad altre bevande come il latte o il cappuccino è che il flat white contiene una quantità di latte molto inferiore a queste.

È una bevanda al caffè molto più concentrata, perfetta per gli amanti dell’espresso.

Flat White vs Café Con Leche

Flat White e il nostro latte non hanno molto a che fare l’uno con l’altro. Il caffè con latte è fatto (più o meno) con il 50% di caffè e il 50% di latte.

Le differenze tra caffè con latte e flat white sono evidenti: flat white ha una percentuale di caffè molto più elevata. Inoltre, deve essere ricoperto da uno strato di schiuma di latte.

Flat White vs Cortado

Come dicevamo all’inizio, se parliamo di proporzioni, forse il caffè tagliato è la bevanda spagnola che può somigliare di più al Flat White. Tuttavia, la differenza essenziale è ancora una volta la schiuma di latte che viene servita sopra a quest’ultima.

Flat White vs Cappuccino

Se li vedi già serviti in una tazza, con la loro latte art in cima, potresti non essere in grado di differenziarli. Tuttavia, se chiediamo al barista sapremo subito la risposta: il Flat White ha molta meno schiuma di latte rispetto al cappuccino.

Flat White vs Latte Macchiato

Sono proprio Latte Macchiato e Cappuccino a dover incolpare, in un certo senso, l’invenzione del Flat White negli anni 80. Chi non amava tanto latte e schiuma nel caffè latte, chiedeva un «flat white», riferendosi a per rendere lo strato di latte molto sottile. In questo modo potevano gustare e apprezzare molto meglio il gusto del caffè.

Come si prepara un autentico bianco piatto?

Vi abbiamo già detto quali sono gli ingredienti del flat white, ma ora è il momento di metterlo in pratica. Per sapere come realizzare un flat white in buone condizioni, niente di meglio che guardare questo video-tutorial dove il processo è spiegato in grande dettaglio:

Chi ha inventato il Flat White?

Il flat white è una bevanda che ha origine in Oceania, negli anni 80. C’è una forte disputa tra australiani e neozelandesi sulla paternità e l’origine di questa preparazione… e nessun consenso è stato ancora raggiunto ai nostri tempi.

Quindi lo lasceremo nell’aria, e diremo che il flat white è stato inventato nel continente oceanico, quando alcuni utenti hanno iniziato a ordinare latte e cappuccini senza tanta schiuma di latte. E colloquialmente hanno usato il nome «flat white» per esprimere questa richiesta.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.