Caffè

Cos’è il caffè Blend?

Nell’articolo di oggi parleremo di blend di caffè, o blend di caffè. Una tendenza che forse non molti acquirenti in Italia prendono sul serio (la maggior parte di noi di solito prende il primo caffè confezionato che vediamo in negozio; o peggio, il più economico) ma che apre un universo infinito di possibilità, sapori e sfumature intorno al nostro drink preferito.

È vero che nella maggior parte dei negozi generici e delle grandi catene alimentari del nostro Paese a volte non è facile trovare miscele di caffè… ma faremo la nostra parte facendoli conoscere un po ‘di più. Dopotutto, puoi sempre acquistare i tuoi caffè misti su Amazon

Progettare e tostare miscele di caffè non è un compito facile. Devi avere esperienza, conoscere bene il prodotto, sapere quali tipi di caffè si sposano bene con gli altri, di cosa ha bisogno ogni caffè tostato in particolare, concetti fondamentali come densità o varietà di caffè, ecc.

In generale, non è qualcosa che possiamo fare a casa con una torrefazione convenzionale, a meno che non siamo professionisti del settore, o amatori molto esperti in quest’arte. Naturalmente, dovremo anche avere la nostra torrefazione del caffè.

Cosa si intende mescolando caffè o miscela di caffè?

Blend significa miscela, in inglese. Il caffè misto, o miscela di caffè, è opposto al caffè di origine, e la sua composizione è costituita da più origini (vari tipi di grani di diversa origine) mescolate in una certa proporzione. Ecco da dove viene il nome della miscela di caffè.

Vediamolo con alcuni esempi:

Un caffè di origine può essere caffè dal Brasile, Honduras, Etiopia o caffè dalla Colombia. Questi fagioli possono essere raccolti in diverse regioni, quindi ogni torrefattore applicherà il proprio tocco personale al momento della tostatura e così via. Ma provengono tutti dalla stessa denominazione di origine.

Una miscela di caffè, o miscela di caffè, invece, contiene chicchi di diversa origine. Ad esempio, un marchio può testare miscelando e tostando caffè di tre origini diverse, una al 50%, una al 30% e una terza al 20% della miscela totale. Per questo ogni miscela di caffè ha un aroma e delle sfumature assolutamente particolari e caratteristiche del marchio che le commercializza.

Allo stesso modo, i marchi di torrefazione del caffè tendono a produrre e commercializzare non una ma diverse miscele diverse. Ad esempio, un caffè a colazione ammetterà una miscela più mite, da assumere in grandi quantità, mentre una miscela più forte può rivolgersi a un pubblico diverso ed esigente.

Ad esempio, quando si parla dei caffè più forti al mondo, questi si ottengono sperimentando miscele e parametri di tostatura diversi. Le varietà sono infinite!

Un altro dettaglio che spesso passa inosservato è che le miscele di caffè non sono un metodo esclusivo di caffè in grani. Possono essere commercializzati anche in formati capsule, oppure in caffè già macinato.

Qual è il caffè migliore, misto o naturale?

La miscela di caffè o miscela di caffè consente ai marchi di avere un profilo e un approccio unico, diversi da quelli della concorrenza, e consentono anche di coprire una specifica domanda dei consumatori. Ma, soprattutto, consentono al torrefattore, o al professionista che li commercializza, di avere un sapore uniforme durante tutto l’anno, senza dipendere dalle raccolte specifiche di ogni paese di origine.

I caffè monorigine saranno sempre apprezzati e avranno sempre quote di mercato, per il semplice motivo che i consumatori sanno già cosa troveranno da provare.

Ma alla fine offrono esperienze completamente diverse, e sulla carta non si può dire che il caffè miscelato sia meglio del caffè naturale, né viceversa.

Se la miscela è ben fatta, il caffè Blend dovrebbe essere in grado di sovraperformare il sapore e le caratteristiche dei caffè monorigine che lo compongono. Certo… dipende già dall’equilibrio e dalla buona mano del maestro torrefattore.

Le regole d’oro per fare in casa una miscela di caffè

Se vogliamo creare una buona miscela di caffè in casa, ci sono alcune regole comuni che non vengono mai tralasciate, salvo eccezioni. Diamo solo alcune note:

  • Si consiglia al massimo di utilizzare cinque caffè diversi per la miscela. Tre o quattro è un numero ideale.
  • Ogni caffè deve avere una presenza almeno del 10% nella miscela finale. Al di sotto di quella cifra, la loro presenza difficilmente sarà notata.
  • Una miscela di caffè dovrebbe avere note dolci come base, note alte o acide (in misura minore), e ovviamente un palato medio che non passi inosservato. Un buon punto di partenza è combinare origini che soddisfino ciascuno di questi tre profili di gusto.

Caffè Post-Blend e Pre-Blend

Questo spesso passa inosservato al consumatore finale, ma ci sono due modi diversi per creare miscele di caffè: pre-blend e post-blend.

I caffè premiscelati si ottengono mescolando tutti i chicchi di caffè verde prima della tostatura e poi tostati insieme.

I caffè dopo la miscelazione di ciascuna origine vengono tostati separatamente e quindi miscelati nel rapporto desiderato dopo la tostatura.

Ognuno ha i suoi vantaggi e le sue sfide o difficoltà per il torrefattore, quindi non c’è nessuno migliore dell’altro. È una questione di preferenze e abilità.

Alcune delle migliori miscele sul mercato

Impossibile fare una lista oggettiva delle migliori miscele di caffè in commercio, perché la varietà è immensa e ogni marca contribuisce anche con le proprie caratteristiche e diverse proposte. È più una questione di gusto che ogni consumatore ha. Tuttavia, possiamo selezionare un insieme più o meno ampio di miscele che godono di un’ottima stampa nel mercato ispanico e tra gli amanti delle buone specialità di caffè.

Devi leggere attentamente le specifiche e le composizioni di ogni miscela, per sapere cosa troveremo prima di acquistarla.

Ad esempio, Brown Bear’s Breakfast Blend è un caffè » ben bilanciato, malto e nocciola «. Oppure il prestigioso Black Blend di Cafés Guilis miscela fino a 5 diverse origini di chicchi di Arabica provenienti dal Centro America, Sud America e Africa.


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.