Caffè

Abbiamo testato le capsule Emocup – ricaricabili Dolce Gusto

Vuoi sapere come utilizzare le capsule ricaricabili Dolce Gusto? Li hai visti in pubblicità e negozi ma non sei sicuro di come funzionano? Sono buoni per la tua caffettiera? Hanno qualche rischio? Le capsule ricaricabili sono facili da usare? Sono una buona alternativa alle monodosi ufficiali? Vuoi acquistarli ma i dubbi ti fermano? Bene, a tutte queste domande, e molte altre, risponderemo in questo articolo.

Abbiamo ottenuto una confezione di capsule ricaricabili Dolce Gusto, del marchio Emocup, e con esse abbiamo preparato il caffè per potervi spiegare nel dettaglio come avviene il processo.

Per prima cosa, diamo un’occhiata ai pod ricaricabili Emocup, così come li troviamo nella confezione da 3, per vedere che aspetto hanno:

Le capsule Emocup costano circa 20 euro, e come abbiamo già detto, in ogni acquisto ci sono 3 capsule. Ciascuno di essi, secondo il produttore, può durare circa 50 utilizzi, a seconda di quanto a lungo può reggere il silicone che funge da coperchio.

Nonostante ne abbiamo già parlato sul nostro sito (vedi articolo sulle capsule ricaricabili Dolce Gusto), questa volta abbiamo potuto provarle in prima persona e vi racconteremo, con capelli e segni, com’è stata l’esperienza e quali sono a nostro modesto parere i punti di forza e di debolezza del prodotto. Noi iniziamo:

Fase uno: forare la capsula

Il primo passo, quando andrai a rilasciare una nuova capsula ricaricabile, sarà sempre quello di forarla. Questo significa che faremo un foro nel punto esatto per fare in modo che la macchina da caffè, negli utilizzi successivi, inserirà sempre il suo iniettore nello stesso punto. Se non lo facessimo così… dopo pochi utilizzi la capsula sembrerebbe un colino e l’acqua colerebbe ovunque. Disastro in vista

Ricorda che questo passaggio dovrà essere eseguito una sola volta (prima del primo utilizzo della capsula), poiché il foro che farai sarà lo stesso per tutta la vita della caffettiera.

La perforazione può essere effettivamente eseguita manualmente, ma è molto più preciso e sicuro lasciare che la nostra macchina da caffè faccia il lavoro.

Dobbiamo seguire fedelmente le indicazioni che troviamo all’interno della confezione delle capsule Emocup. Ci dicono che dobbiamo mettere la nostra capsula ricaricabile nel distributore di capsule del nostro Dolce Gusto, sempre nella stessa posizione. Per riferimento, la capsula ricaricabile ha una piccola linguetta in silicone che dovrebbe sempre essere rivolta verso l’esterno.

Il foro deve essere praticato molto vicino a detta linguetta, come puoi vedere nell’immagine seguente:

Se guardiamo la copertura in silicone rosso sotto, vediamo che ha una lettera E (per Emocup) e una piccola rientranza proprio dove dovrebbe essere il foro. Ti mostriamo:

Per fare il buco, posiziona la capsula nella caffettiera – ricorda, la linguetta sempre rivolta verso l’esterno – e abbassa la leva come se stessi per preparare il caffè.

La prima volta dovrai stringere un po ‘, perché il silicone è un po’ più duro e più resistente del tappo in alluminio che normalmente hanno le capsule standard. Ecco come deve essere posizionata la capsula ricaricabile prima di inserirla nella caffettiera:

Se vuoi controllare di aver fatto correttamente il foro e che la capsula funzioni come dovrebbe, puoi avviare la tua caffettiera e controllare che l’acqua esca correttamente. Ricordati di mettere prima un bicchiere sotto il beccuccio!

Una volta fatto il foro, avrai la capsula pronta per l’uso tutte le volte che vorrai. Ricorda che, secondo il produttore, ciascuna delle capsule ricaricabili Dolce Gusto è pronta per circa 50 utilizzi.

Secondo passaggio: riempire la capsula

Una volta forata la capsula, ci mettiamo al lavoro. Dobbiamo semplicemente riempirlo di caffè, metterlo nella caffettiera nella stessa posizione di prima (in modo che l’iniettore del Dolce Gusto fori sempre nel foro del nostro foro) e impostare la configurazione del caffè che ci piace di più: acqua calda, fredda, più o meno quantità di acqua e così via.

Il modo corretto per farlo è il seguente:

  • Posizionare il filtro metallico della capsula nella sua posizione corretta; cioè sul fondo della capsula e con la parte convessa rivolta verso il basso. Puoi vederlo in una delle foto precedenti in questo articolo.
  • Successivamente, aggiungi la tua miscela di fondi di caffè preferita. La quantità è determinata da un bordo disegnato all’interno della capsula, che è esattamente dove si inserisce la chiusura in plastica bianca che serve a mantenere il caffè in posizione.
  • Terzo, metti la chiusura – un piccolo pezzo di plastica, rotondo e con fori – sopra il caffè e copri l’intera capsula con il coperchio in silicone rosso originale.

Ecco come dovrebbe apparire la tua capsula piena di caffè prima di mettere la chiusura in plastica e chiuderla con il tappo in silicone. La quantità di caffè vista in fotografia corrisponde al livello massimo aspirato all’interno della capsula ricaricabile:

Infine, mettiamo sopra la chiusura in plastica, chiudiamo la capsula e la mettiamo nella nostra caffettiera come abbiamo fatto nel primo passaggio (quello della foratura iniziale).

Per essere sicuri che tutto vada per il verso giusto, controllare sempre che il foro di uscita della capsula coincida con il foro dell’erogatore:

E pronto!

Ora puoi avviare la tua caffettiera e assaporare il tuo caffè preferito. Le prime volte è normale che trovi difficile trovare il punto esatto: quantità di caffè, pressatura, configurazione della macchina del caffè… pensa che le capsule ufficiali sono già predeterminate con una dose specifica che è sempre la stessa, e anche il risultato è lo stesso. Utilizzando capsule ricaricabili, il processo è più manuale e richiede un po ‘di pratica.

Per concludere il nostro report, alleghiamo un video in cui è possibile vedere come funziona l’estrazione del caffè una volta riempita la nostra capsula. Lo chiudiamo, lo mettiamo nella caffettiera, lo accendiamo… ed ecco cosa succede:

Terzo passaggio: pulizia

Dopo aver utilizzato la capsula Emocup, risciacquala e asciugala bene per rimuovere tutti i fondi e le tracce di fondi di caffè. Una capsula monouso convenzionale va direttamente nella spazzatura, ma ricorda che utilizzerai la tua capsula ricaricabile diverse dozzine di volte. Per fortuna la sua pulizia è molto semplice, visto che il solo passaggio sott’acqua è più che sufficiente.

Conclusioni

A nostro avviso, le capsule ricaricabili Dolce Gusto di Emocup funzionano esattamente come previsto. Non parleremo della qualità del caffè, perché dipende dalla materia prima che utilizzi e dalla tua capacità di combinare quantità, pressature e livello dell’acqua nella caffettiera. Naturalmente, il prodotto ha una leggera curva di apprendimento che dobbiamo superare prima di trarne il massimo vantaggio.

Né siamo stati in grado di verificarne la durata (circa 50 utilizzi, secondo il produttore)… forse tra qualche settimana potremo offrirvi dati più precisi al riguardo

Ci è piaciuta particolarmente la facilità di pulizia e la loro semplice manutenzione. Un buon risciacquo e voilà.

Quello che ci è piaciuto di meno è stato il libretto di istruzioni, molto breve e con pochissime spiegazioni -solo disegni-… anche se fortunatamente per completare queste informazioni abbiamo preparato alcuni suggerimenti aggiuntivi

Suggerimenti e trucchi finali

Ecco alcuni suggerimenti e annotazioni che abbiamo fatto durante il test di queste capsule Dolce Gusto ricaricabili. Non sono presenti nel libretto di istruzioni del prodotto, ma li troviamo molto utili e sicuramente più di uno li troverà utili:

  • La prima volta che si perfora la capsula, il foro è a malapena un punto senza volume. Aiutatevi con un oggetto appuntito, un po ‘più spesso di uno spillo, per ingrandirlo e farvi passare comodamente l’iniettore negli utilizzi successivi senza dover forzare la leva della caffettiera. In ogni caso, man mano che accumuli usi nella tua capsula ricaricabile, il buco si cederà e si allenterà di più.
  • Fai un piccolo segno sul contenitore delle capsule della tua caffettiera in modo da sapere esattamente dove deve combaciare la tua capsula Emocup. È essenziale posizionarlo sempre nella stessa posizione in cui lo hai forato per la prima volta.
  • Col tempo imparerai le proporzioni del caffè e della pressatura che dovresti applicare secondo i tuoi gusti. All’inizio ti consigliamo di riempire completamente la capsula, e di utilizzare una lunghezza simile a quella che usi con il tuo espresso (ricorda che preparerai il caffè da solo). Questo è: 1 o 2 livelli nel Play & Select, se la tua macchina da caffè Dolce Gusto è automatica. Se usi più acqua, secondo noi il caffè è troppo leggero. Ricorda che se vuoi fare un taglio o un caffè con il latte, devi aggiungere il latte in seguito.
  • Come avrai potuto vedere nel video, è molto importante che chiudi bene la chiusura -il coperchio in silicone- per evitare perdite d’acqua prima di posizionare la capsula ricaricabile nella macchina del caffè.
  • Si consiglia di risciacquare e pulire accuratamente i residui di caffè dalla capsula ricaricabile Dolce Gusto subito dopo averla utilizzata. Se lo lasci non pulito e provi a lavarlo più tardi, i fondi di caffè saranno più asciutti e ci vorrà più lavoro per rimuoverli.
  • Le capsule ricaricabili Emocup hanno due parti sciolte: il filtro metallico sul fondo e la chiusura in plastica bianca. Ti consigliamo di tenere la tua capsula sempre ben chiusa e con questi due oggetti all’interno, per evitare di perderli.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.