Caffè

Vermi nelle macchine da caffè Mito o realtà?

Cresce la preoccupazione tra i consumatori per le sempre più frequenti “testimonianze” di utenti che hanno trovato vermi nella macchina Nespresso, in una macchina da caffè Dolce Gusto, o addirittura vermi nelle capsule di caffè. E mettiamo le virgolette intorno alla parola «testimonianza» perché non è necessario fare una ricerca eccessivamente esaustiva in rete per rendersi conto che la maggior parte dei riferimenti su questo argomento si trovano in aree molto specifiche, e tutti sono tagliati dallo stesso schema.

C’è, tutt’altro, una quantità di informazioni che ci permette di dedurre che stiamo affrontando un problema generale. Inoltre, i pochi casi veri (la cui spiegazione vedremo più avanti) sono mescolati a bufale, email false o catene di informazioni distorte, che sfruttano la sensibilità degli utenti riguardo a questi temi, e contribuiscono ad assottigliare il clima dei consumatori e alterare le tendenze di acquisto.

In questo articolo proveremo a far luce su questo problema, o mito, dei vermi nelle macchine da caffè. Nel modo più rigoroso possibile, la nostra intenzione è informare, e rassicurare se possibile, il lettore preoccupato che è giunto a queste pagine desideroso di informazioni veritiere su questa preoccupazione.

Da dove viene il mito dei vermi nelle macchine da caffè?

Ebbene, contrariamente a quanto pensano alcuni, la leggenda dei vermi nelle macchine da caffè (Nespresso, Dolce Gusto o qualsiasi altra marca), nasce dalla realtà. Sì, sono eventi reali, che hanno una spiegazione logica, ma non sono riconducibili a nessuna caffettiera, tanto meno a qualsiasi marca o modello specifico.

Quello che succede è che la storia diventa leggenda metropolitana, ed è stata usata (forse intenzionalmente) come arma da lancio per screditare certe aziende o certe macchine da caffè. Questo, a sua volta, ha portato a molteplici ricerche su Internet del tipo «vermi in una macchina Nespresso», «vermi in una macchina da caffè Dolce Gusto», » vermi nel Nescafé » e simili.

La palla di neve diventa sempre più grande, i casi compaiono in siti noti o siti Web con un vasto pubblico, la storia è cosparsa di alcune testimonianze reali (non importa quanto isolate possano essere)… et voilà!  Abbiamo già servito la nostra leggenda metropolitana per i resti.

I vermi possono essere allevati in una caffettiera?

Sì, infatti possono riprodursi e svilupparsi in qualsiasi ambiente in cui esistono le condizioni appropriate. Ad esempio, le tipiche macchine da caffè da ufficio, che hanno uno scomparto in cui viene conservato il latte in polvere, sono spesso protagoniste di molti di questi eventi legati alla comparsa dei vermi nelle macchine da caffè.

Le macchine da caffè automatiche hanno sempre problemi con queste tipologie di vani, che favoriscono un ambiente caldo e molto umido (dovuto al buon funzionamento di una macchina da caffè). In essi puoi allevare letteralmente tutto se non prendi particolare cura con la pulizia del dispositivo.

O per una carenza del prodotto alimentare, o per una cattiva pratica nella pulizia / manutenzione della caffettiera, i residui organici lasciati dal latte possono portare allo sviluppo di alcune larve. Allo stesso modo, ci sono alcuni prodotti in polvere (latte, cacao, caffè macinato) che non dovrebbero mai essere riempiti fino in cima in questo tipo di macchina, proprio per evitare di creare umidità al loro interno.

Per questo motivo i vermi nel caffè di solito compaiono, o finiscono per cadere, nel tubo attraverso il quale viene servito il latte. E in molti casi il problema non riguarda gli utenti che si servono il caffè.

Chi è la colpa per i vermi che compaiono nel caffè?

In sintesi: in un’altissima percentuale di casi, la comparsa di vermi in una macchina da caffè è solitamente correlata a un problema di pulizia o manutenzione della macchina. Ne più ne meno. In nessun caso è il problema di questa o quella caffettiera, o di questa o quella marca.

Allo stesso modo, sono noti casi di prodotti confezionati sottovuoto (caffè macinato, caffè solubile, latte in polvere) che hanno sviluppato prole di questo tipo, probabilmente a causa di un difetto nel processo di confezionamento.

E infine, dobbiamo dire che questi tipi di problemi di vermi nei bar  sono rari quanto qualsiasi altro problema di salute legato all’industria alimentare. Ci sono pochissimi casi in relazione al consumo giornaliero totale di questi prodotti nel mondo. Ma, ovviamente, l’esperienza è spiacevole e gli utenti che si lamentano – giustamente – lo fanno con tutto il rumore del mondo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.