Caffè

Quanto costa davvero una tazza di caffè?

Si discute da tempo immemorabile, forse alimentato negli ultimi anni dalla comparsa sul mercato delle macchine da caffè a capsule, per il prezzo reale di una tazza di caffè e per quanto si risparmia – o si smette di risparmiare – quando si prepara un caffè a casa con una certa caffettiera. Che tipo di caffettiera è più redditizia? Le macchine da caffè in capsule sono costose come si dice? Il tipo di caffè che bevo influenza?

Ebbene, proveremo a fare luce su questo mistero effettuando uno studio completo su quanto ci costa veramente preparare una tazza di caffè a casa, e scoprendo quali macchine da caffè (o metodi di estrazione, come sarebbe più corretto dire) sono più economici e perché. Conosceremo anche un’approssimazione di quante tazzine escono da 1kg di caffè, misura essenziale per i nostri calcoli.

NOTA: tutti i prezzi che compaiono in questo studio sono indicativi e si basano su medie reali dei prodotti nel mese di settembre 2021.

Studio preliminare dei prezzi

Prima di iniziare a fare i conti, dobbiamo essere chiari su quali elementi abbiamo bisogno per preparare un caffè.

Da un lato c’è il prezzo dell’acqua, che considereremo trascurabile perché sia ​​la sua quantità che il suo prezzo sono gli stessi indipendentemente dalla caffettiera che utilizziamo.

D’altra parte, c’è il costo dell’energia necessaria per avviare la caffettiera. Che si tratti di elettricità o gas, comprendiamo che il costo per una singola tazza di caffè è minimo e non ne terremo conto nemmeno nel nostro studio. Anche le caffettiere a stantuffo, che non si riscaldano direttamente, hanno bisogno di acqua calda per infondere il caffè. Quindi assumiamo che il costo sia essenzialmente lo stesso in tutte le macchine da caffè.

Il latte  non è sempre necessario, ma se lo utilizziamo possiamo determinare una quantità di 10 ml di latte per ogni tazza di caffè.

E finalmente abbiamo il caffè, materia prima per preparare la nostra tazzina. Qui è dove ci sono differenze. Per determinarne il prezzo a tazza, considereremo che ogni tazza di caffè ha una dose standard di 7 grammi.

Costi secondo il metodo di estrazione

E oltre al caffè… abbiamo bisogno di una macchina per estrarlo e preparare la nostra bevanda. Ecco fatto: una caffettiera.

Le caffettiere utilizzano essenzialmente tre tipi di caffè: caffè macinato, caffè in grani -che deve essere macinato in seguito- o caffè in capsule.

Per conoscere il prezzo del caffè in capsule dobbiamo distinguere tra diversi sistemi e marchi, poiché ognuno ha il suo formato e anche i prezzi variano tra loro. In ogni caso possiamo stabilire un range molto valido che andrebbe dai 15 centesimi (le capsule più economiche) ai 35 centesimi (le capsule più costose, che di solito sono quelle di Nespresso.

Poiché dobbiamo inevitabilmente scegliere un riferimento per il nostro studio, considereremo che il prezzo medio di una capsula è superiore ai 25 centesimi di euro (0,25 euro). Sai già che le capsule sono monodose, quindi 1 tazza = 1 capsula.

Per maggiori informazioni sul costo delle capsule in base a ciascuna marca potete consultare questo articolo dove l’argomento viene affrontato in modo più approfondito:  quanto costa avere una caffettiera a capsule?

Il caffè macinato e il caffè in grani differiscono anche per il tipo di tostatura: è il caffè da torrefazione più costoso a miscelazione naturale. Allo stesso modo, i chicchi di caffè sono più costosi del caffè già macinato.

Studiando le varie marche e gamme presenti sul mercato, abbiamo considerato che i chicchi di caffè hanno un prezzo medio di 9 € al chilo se miscelato e 12 € al chilo se tostato naturalmente.

Allo stesso modo, le confezioni di caffè pre-macinato hanno un prezzo medio di 6 € se miscelate, e di 9 € se sono tostate naturali.

Ovviamente puoi trovare prodotti molto più economici e più costosi… tieni sempre presente che cerchiamo di trovare la via di mezzo semplicemente allo scopo di fare un confronto.

Una volta che abbiamo questi prezzi al chilo, dato che useremo 7 grammi per ogni tazza di caffè abbiamo che il prezzo di ogni tazza (7 grammi) è:

Chicchi di caffè (1kg): miscela 0,063 € a tazza e naturale 0,084 € a tazza.
Caffè macinato (1Kg): miscela 0,042 € a tazza e naturale 0,063 € a tazza.

Riepilogo dei prezzi per una tazza di caffè (caffè nero) secondo il metodo di preparazione:

  • Con capsule: 25 centesimi.
  • Con il caffè in grani: 6,3 cent o 8,4 cent, a seconda del tipo di tostatura.
  • Con caffè pre-macinato: 4,2 cent o 6,3 cent, a seconda del tipo di tostatura.

In ognuno di questi tre casi potremmo aver bisogno o desiderare di aggiungere latte alla nostra preparazione. Per fare ciò, prenderemo un prezzo medio di 75 centesimi per ogni litro di latte, e quindi un costo approssimativo di 7 centesimi per ogni tazza (supponiamo di aggiungere non più di 100 ml di latte a ciascuna tazza, sebbene questo logicamente va sui gusti).

Tieni presente che ci sono delle eccezioni… alcuni sistemi a capsule, ad esempio, includono già preparazioni di caffè con latte o caffè tagliato all’interno di una singola cialda. Altri invece preparano l’espresso solo da soli e tu devi aggiungere il latte da solo.

Dati questi prezzi, e considerando un consumo medio di 2 tazze di caffè al giorno (ovvero 730 all’anno), abbiamo che la spesa annua per il caffè in base alla materia prima che utilizziamo sarebbe la seguente:

Come possiamo vedere, a seconda della quantità di latte che aggiungiamo al caffè e del tipo di prodotto che utilizziamo, il latte da solo può essere molto più costoso del caffè stesso.

Inoltre, bisogna tenere conto che in alcuni sistemi a capsule la preparazione di bevande miste con schiuma (cappuccini, latte e altri) richiede l’utilizzo di due capsule, con le quali il costo di queste tazze spara fino al doppio. In ogni caso, non li abbiamo presi in considerazione per preparare questo tavolo. Ci siamo limitati solo agli espressi, ovvero ai normali caffè ai quali aggiungiamo un po ‘di latte.

Quanti grammi di caffè ha una tazza?

Questo dipende molto dal metodo di produzione e dal gusto del consumatore. Per riferimento, il tradizionale espresso italiano dovrebbe essere fatto con 7 grammi di caffè, e le capsule monodose di solito hanno tra 5 e 7 grammi di caffè macinato all’interno.

Quante tazze di caffè escono da un chilo?

Se stai valutando la possibilità di acquistare caffè in grani per fare il tuo caffè a casa, questa scala di quanti caffè esce da un chilo sarà utile per calcolare i costi.

Ipotizzando uno sviluppo del processo ideale (cioè che nessun caffè viene sprecato nella macinatura, e che si utilizzano sempre le dosi giuste e standard di 7 grammi per tazza), possiamo calcolare che da un chilogrammo di caffè (1000 grammi) potremmo ottenere circa 142 tazze. Arrotonderemo fino a 140 tazze di caffè per chilogrammo per non esserci messi nel caso più ottimista.

E ora che sai quanti caffè escono da 1 kg di materia prima, sicuramente potrai fare i tuoi conti più facilmente.

Quante tazze di caffè fanno un chilo?

Ebbene, applicando lo stesso account, e considerando che una libbra è 453 grammi… il risultato è 453/7 = 64 tazze di caffè per libbra. Anche se circa 60 sarebbe una cifra molto più realistica, a nostro avviso.

Costi in base al tipo di caffettiera

Ebbene, una volta che sapremo quanto ci costerà la materia prima (ingredienti) del nostro caffè a fine anno, ovvero dopo 730 tazze, vedremo quanto ci costano gli attrezzi (caffettiere e macinacaffè) e quanto possiamo prenditi del tempo per ammortizzarli.

La prima cosa che dobbiamo stabilire è che se usiamo il caffè in grani dovremo macinarlo da soli a casa (o avere una caffettiera automatica con macinino, che è molto meglio ma anche più costosa). Opteremo per l’alternativa economica e prenderemo in considerazione un macinino di fascia media che può costare intorno ai 40 euro.

Il macinacaffè, come si dice, non è necessario in una macchina da caffè automatica (è già incorporato) o in una caffettiera a capsule. Né riteniamo indispensabile utilizzare una caffettiera a goccia, perché avendo bisogno di una macinatura di medio spessore, quella venduta preconfezionata di solito funziona.

In una macchina per caffè espresso manuale o italiana possiamo scegliere di utilizzare caffè pre-macinato o macinare noi stessi il chicco… quest’ultima è sempre più consigliabile ma prenderemo in considerazione entrambe le opzioni perché molti utenti non notano la differenza tra l’utilizzo della loro macchina da caffè italiana o la loro macchina per caffè espresso con un macinato più grossolano del normale.

Consideriamo obbligatorio avere un macinacaffè se usiamo una caffettiera a pistone o una macchina da caffè francese. Il metodo di preparazione con queste macchine da caffè richiede che le polveri oi chicchi macinati siano molto grossolani, molto più grossolani del macinato standard venduto in confezioni. Quindi per ottenere un caffè in condizioni dobbiamo macinarlo da soli e assicurarci di applicare una macinatura grossa.

Infine, abbiamo solo bisogno di sapere qual è il prezzo medio di ciascuna di queste macchine da caffè per determinare qual è il nostro investimento iniziale. Come abbiamo detto quando abbiamo determinato i prezzi medi del caffè, esistono tipologie di macchine da caffè molto diverse e per fare questo confronto non abbiamo altra scelta che fare una stima del prezzo più comune.

Puoi consultare le diverse guide all’acquisto sul nostro sito web per comprendere meglio tutte le opzioni, ma nel nostro caso prenderemo in considerazione i seguenti prezzi medi:

Insistiamo: questa è solo una media! Se sei curioso, puoi fare i conti da solo applicando il prezzo reale della specifica caffettiera che stai pensando di acquistare.

NOTA: non abbiamo considerato i costi di manutenzione – pulizia, risciacquo, disincrostazione – poiché variano molto poco tra ogni caffettiera e influiscono sui gatti finali che otterremo qui.

Ovviamente, l’ultima decisione se acquistare o meno un macinacaffè per macinare i chicchi di caffè spetta a te. Questa è solo una raccomandazione generale, tenendo conto delle usanze più comuni per ogni tipo di caffettiera.

Conclusioni finali sul costo di una tazza di caffè

Se uniamo le due tabelle, possiamo vedere rapidamente quanto spenderemo per il caffè alla fine dell’anno a seconda del tipo di caffettiera che acquistiamo. Prenderemo in considerazione solo le preparazioni con caffè espresso (senza aggiunta di latte) e con tostatura naturale (quella di miscelazione sarebbe un po ‘più economica) in modo che ci stia a tutto tavolo, e così possiamo capirlo a colpo d’occhio.

Come possiamo vedere, il costo dell’investimento iniziale (caffettiera più macinacaffè) negli anni si diluisce e non è così importante. Se vuoi fare il vero test con il prezzo esatto della tua caffettiera, non ti resta che copiare la stessa tabella ed effettuare il conteggio sostituendo la cifra verde -investimento iniziale- con il prezzo che ti interessa. E se vuoi conoscere le cifre che usano il latte in ogni tazza, devi solo sostituire in quest’ultima tabella il costo del caffè con il suo corrispondente (puoi ottenerlo dalla tabella rossa)

Le conclusioni sono ovvie: il costo per fare il caffè in casa è molto più alto nelle macchine da caffè a capsule che in qualsiasi altro tipo di macchina da caffè. Tuttavia, gli utenti dovrebbero essere altrettanto chiari che il motivo per l’acquisto di una caffettiera a capsule non è mai economico, ma per godere di altri vantaggi che non hanno nulla a che fare con il prezzo. Puoi leggere di più su questo argomento qui: 5 motivi per acquistare una caffettiera a capsule.

Allo stesso modo, vediamo che le differenze di spesa tra il resto delle macchine da caffè sono molto maggiori all’inizio, quando il prezzo delle macchine ha un peso maggiore sul totale, rispetto a dopo diversi anni in cui la maggior parte della spesa è stato preso il prodotto (il caffè).

Ad esempio, le macchine da caffè automatiche, molto più costose di ogni altra, nel primo anno hanno praticamente lo stesso costo delle macchine da caffè a capsule, ma dopo cinque anni il costo di queste ultime quasi raddoppia quello di quelle automatiche. Tutto questo dipende, ovviamente, dal prezzo ragionevole della nostra macchina da caffè automatica.

Cosa otteniamo a Claro da tutto questo?

Ebbene, a nostro modesto parere, diverse cose. In primo luogo, che prima di acquistare una caffettiera dobbiamo fare i conti e pensare a che tipo di caffè andremo a consumare e con che frequenza.

Secondo, che il prezzo delle macchine da caffè non è così importante nel lungo periodo (a meno che non si vada all’estremo, macchine da caffè di oltre 600 euro e cose del genere).

E infine, in sintesi, se siamo preoccupati per le nostre tasche, dobbiamo assolutamente provare che l’acquisto di una caffettiera è stato un atto razionale e non emotivo.

Cosa ne pensi? Dicci di seguito!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.