Caffè

Cosa fare con il caffè usato dalla caffettiera?

Ti sei mai fermato a pensare alla quantità di caffè che ci resta dalla nostra caffettiera? I fondi di caffè sono uno spreco molto abbondante, che l’uomo genera ogni giorno in grandi quantità… e che nella maggior parte dei casi finisce nella spazzatura. Questo è un grave errore, perché i fondi di caffè usati hanno molti e svariati utilizzi. Dobbiamo sapere cosa fare dei fondi di caffè usati: possiamo dare loro una seconda vita e utilizzarli come fertilizzante per piante o per una moltitudine di trattamenti.

Se sei interessato a questo argomento: congratulazioni. Ecco perché sei arrivato su questa pagina e chiariremo a cosa serve il caffè usato e cosa puoi fare con tutti quei resti che si accumulano nel tuo cassetto canaglia. Insieme creeremo un pianeta più sostenibile!

Cosa si intende per caffè usato?

Partiamo dall’inizio: quando parliamo di caffè usato, ci riferiamo sempre ai fondi di caffè che rimangono dopo essere stati inumiditi e filtrati con acqua per preparare la nostra bevanda preferita. Non importa se sono sciolti o all’interno di una capsula: la loro composizione e il loro stato non variano.

In generale, i fondi di caffè usati si generano sotto forma di dischi bagnati, ad esempio sotto forma di pastiglia, che rimuoviamo dal portafiltro della nostra macchina per caffè espresso, oppure i resti del caffè macinato dal filtro del nostro caffè a goccia creatore. Un altro modo per ottenerli, anche se più laborioso, è aprire le capsule usate e togliere i fondi interni con un cucchiaio.

Il caffè secco che non è stato utilizzato, come gli avanzi di qualche macinatura, non è considerato caffè rimasto perché gli usi che esaminiamo in questo articolo non possono essere applicati ad essi.

E ora vedremo come riciclare il caffè usato e cosa si può fare con i fondi di caffè rimasti dalla caffettiera.

Fondi di caffè usati: usi e suggerimenti

La prima cosa che dobbiamo dirti è che, se non vuoi riciclare i fondi di caffè, almeno non gettarli mai nel lavandino. Gettali via se vuoi sbarazzartene.

Il caffè rimasto dalla caffettiera fa male all’impianto idraulico e alle tubature di casa, e se hai l’abitudine di sciacquare il filtro della caffettiera e lasciare che i fondi di caffè cadano nello scarico… molto probabilmente, in pochi mesi avrai le tubazioni intasate e dovrai chiamare un idraulico. Non commettere questo errore.

Come sfruttare il caffè usato per le piante

Che il caffè usato faccia bene alle piante è qualcosa che è noto da tempo immemorabile. Usare i fondi di caffè come fertilizzante aiuta le tue piante a crescere

Il caffè usato funge da fertilizzante per le piante in vari modi, ma evidenzieremo soprattutto due:

  • Come fertilizzante organico da mescolare al terreno.
  • Per creare il compost o il cumulo di compost di una vita.

Prima di tutto, utilizzare i fondi di caffè come substrato organico è un perfetto sostituto del compost, e anche in modo naturale. Puoi usarlo nel tuo giardino, o semplicemente in vasi e piantine che hai in casa. Basta versare il terreno direttamente intorno alle piante, insieme al pacciame.

D’altra parte, possiamo usare i fondi di caffè per fare il compost, mescolandolo con strati di altri componenti. In questo caso, non importa se li gettiamo sia bagnati che asciutti. L’uso di capsule di caffè compostabili è una buona misura e un magnifico esempio di questo trattamento di cui abbiamo discusso.

Per illustrare ulteriormente l’ utilizzo dei fondi di caffè come substrato, ecco un breve video riassuntivo con alcuni consigli molto pratici da un punto di vista professionale. Se hai un piccolo appezzamento o un pezzo di giardino a casa, assicurati di approfittare di questa opportunità:

https://www.youtube.com/watch?v=8bUSIWClmcQ

Altri modi per utilizzare i fondi di caffè in giardino sono, ad esempio, creare piccole barriere intorno alle piantagioni per impedire il passaggio di lumache e lumache (la caffeina è tossica per questi animali) o utilizzare i fondi come cibo per i vermi nel compost. Ovviamente senza andare fuori linea. Sarà sufficiente una piccola quantità.

Come usare il caffè usato per il viso

Possiamo sfruttare il caffè utilizzato come esfoliante per il viso o per la nostra pelle. Logicamente non possiamo applicarlo direttamente, ma dovremo fare uno scrub naturale al caffè con l’aiuto di questi resti.

Generalmente questo scrub al caffè viene realizzato mescolando caffè macinato (o fondi di caffè, nel nostro caso) con olio d’oliva nella giusta proporzione per formare una pasta con una consistenza simile a quelle delle creme industriali.

Certo, puoi sempre comprare uno scrub con caffè già pronto… ma non è lo stesso. Stiamo cercando di salvare e contribuire alla sostenibilità del nostro pianeta, giusto?

E usare il caffè avanzato per i tuoi capelli?

Bene anche. Il caffè è un ingrediente naturale che può aiutare a rafforzare e nutrire i tuoi capelli e contribuisce anche a scurirli se questo è il loro colore naturale. Puoi approfondire come utilizzare il caffè usato per capelli nella guida che abbiamo appena linkato e che abbiamo già elaborato su questo argomento.

Come utilizzare i fondi di caffè contro la cellulite

Il caffè da solo non aiuta a rimuovere la cellulite, ma aiuta a rassodare la pelle ed è un ottimo complemento a trattamenti specifici anticellulite.

Un’applicazione ben nota del caffè utilizzato per la cellulite è quella di realizzare una maschera o uno strato che viene sfregato contro la pelle.

Ancora una volta, per fare queste paste o rimedi al caffè fatti in casa puoi usare il caffè macinato (questo è quello che troverai in quasi tutte le ricette e le spiegazioni comuni) ma preferiamo seguire la strada ecologica e sostituire il caffè normale per i resti di caffè che tu loro sono rimasti dalla caffettiera. Facciamolo!

Come fare il sapone con il caffè usato

Un altro degli usi pratici del caffè usato è usarlo come componente di base per fare il sapone al caffè.

Per preparare il sapone al caffè usato, puoi fondamentalmente prendere qualsiasi ricetta per il sapone al caffè fatto in casa e sostituire l’ingrediente del caffè (che di solito è il caffè macinato in polvere o caffè solubile) con i fondi di caffè che hai conservato.

Ingredienti necessari per fare il sapone con il caffè usato.

  • Fondi di caffè.
  • Sapone neutro (devi prima grattugiarlo).
  • Olio d’oliva.

Prima di tutto, mescoli tutto e lo metti a bagnomaria in modo che si dissolva e mescoli tutto. Dovrebbe assumere una consistenza pastosa.

Quando il composto avrà una consistenza cremosa, toglietelo dal fuoco e mettetelo in uno stampo. Se non hai stampi per sapone a casa, puoi sempre usare un foglio di alluminio.

Infine, lascialo per qualche minuto finché non si raffredda e puoi tranquillamente sformarlo.

Se non ti è chiaro come si fa il sapone con i fondi di caffè, ecco un video in cui te lo spiegano in modo più dettagliato:

Ok, e ora che sai cosa fare con il caffè avanzato dalla caffettiera, è il momento di mettere in pratica questi suggerimenti e contribuire con il tuo granello di sabbia alla sostenibilità ambientale. Hai il coraggio?


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.