Caffè

Con che frequenza devo rimuovere il calcare dalla mia macchina da caffè?

Questa è una delle grandi domande che tutti gli utenti si pongono ogni volta che pensiamo al processo di manutenzione di base della nostra macchina da caffè: decalcificazione: quanto spesso dovrei decalcificare la mia macchina da caffè?

Siamo tutti più o meno consapevoli dell’importanza di decalcificare la nostra macchina da caffè per evitare che nei condotti interni si accumulino sedimenti e impurità che possono alterare il sapore o le proprietà del nostro caffè. Ma in realtà, non molti utenti sono abituati a farlo. Di conseguenza, non sappiamo quanto spesso avviare il processo di rimozione del calcare.

In questo articolo ti daremo alcuni indizi in modo che tu sappia quanto spesso devi decalcificare la tua caffettiera, indipendentemente dal tipo di caffettiera che hai: espresso o capsule. Naturalmente, allora sarai l’unico responsabile di ricordarti di farlo correttamente quando tocca Per questo hai le nostre guide per la rimozione del calcare .

Da cosa dipende la frequenza di decalcificazione?

Il tempo massimo che dobbiamo attendere tra due processi di disincrostazione è determinato da due fattori:

  • Innanzitutto, la frequenza di utilizzo della tua caffettiera. Una caffettiera che fa un caffè al giorno non ha la stessa usura di una caffettiera che accendiamo 4 o 5 volte nello stesso giorno. Più volte al giorno usi la macchina per il caffè, più frequente dovrebbe essere la decalcificazione.
  • E in secondo luogo, la durezza dell’acqua nella tua città. L’acqua molto dura ci costringerà a decalcificare la caffettiera più frequentemente rispetto a quando utilizziamo acqua dolce.

Qual è la durezza dell’acqua?

Non entreremo nella terminologia scientifica, ma possiamo definire approssimativamente la durezza dell’acqua come la quantità di minerali (più specificamente, sali di calcio e magnesio) che ha concentrati. Proprio dall’accumulo di calcio nasce l’idea e la necessità di decalcificare. Si dice che un’acqua sia molto dura quando ha un’alta concentrazione di minerali, mentre un’acqua molto dolce ha una bassa presenza di questi.

L’applicazione di questo concetto alle caffettiere è evidente: più minerali circolano attraverso i condotti interni della caffettiera, più detriti e sedimenti si depositeranno in essi nel tempo.

Naturalmente, il modo migliore per mantenere la nostra macchina da caffè è usare sempre acqua dolce. Ma questo non dipende da noi, poiché la cosa più normale è che usiamo l’acqua del rubinetto e dobbiamo accontentarci della sua qualità. Quindi non abbiamo altra scelta che decalcificare periodicamente la caffettiera per alleviare i possibili effetti che l’acqua ad alta concentrazione di minerali avrà sulla nostra caffettiera.

Se vivi in ​​Italia, dai un’occhiata a questa pratica mappa che indica approssimativamente la durezza dell’acqua in ciascuna delle province spagnole. Prendilo come riferimento, poiché il valore più esatto lo saprai sempre eseguendo un test.

Diritti foto: Mi-Descalcificador.com

Come viene misurata la durezza dell’acqua?

Abbiamo già detto che l’acqua del rubinetto viene spesso utilizzata per preparare il caffè con le nostre macchine da caffè domestiche. Se non sai qual è la durezza dell’acqua nella tua città, non preoccuparti perché nella maggior parte dei kit anticalcare troverai, oltre alle bustine con il prodotto disincrostante, una piccola striscia di plastica che altro non è che un test di durezza dell’acqua.

Più o meno di solito hanno questo aspetto:

Diritti foto:  Mi-Descalcificador.com

Usare questo test è molto semplice: devi solo mettere la striscia di plastica in un bicchiere d’acqua e aspettare qualche secondo. Quando lo rimuovi, la striscia avrà alcuni colori contrassegnati o alcuni segni verranno evidenziati. Puoi vederlo nella foto precedente.

Questo costituisce il codice con il quale saprai qual è la durezza dell’acqua che hai appena testato. La cosa normale è che più voti ha il test, più dura è l’acqua. Consultare le istruzioni per il test o il kit anticalcare per ulteriori informazioni a riguardo.

Tabella delle frequenze finali di decalcificazione

Tenendo conto di queste due variabili -frequenza d’uso e durezza dell’acqua-, possiamo redigere una tabella di riferimento di base, che ci dirà quanto spesso dovremmo decalcificare la nostra caffettiera:

  • Se consumi 1 caffè al giorno + acqua dolce = devi decalcificare ogni 2 anni
  • Se consumi 1 caffè al giorno + acqua dura = devi decalcificare ogni anno
  • Se consumi 2 caffè al giorno + acqua dolce = devi decalcificare ogni anno
  • Se consumi 2 caffè al giorno + acqua dura = devi decalcificare ogni 6 mesi
  • Se consumi 3 caffè al giorno + acqua dolce = devi decalcificare ogni 6 mesi
  • Se consumi 3 o più caffè al giorno + acqua dura = devi decalcificare ogni 3 mesi

Comunque… dopo tutti questi racconti non potrai mai più dire che non sai quando decalcificare la tua caffettiera, giusto? Bene, da ora in poi, compra un buon addolcitore d’ acqua per macchine da caffè e mettiti al lavoro. La tua caffettiera ti ringrazierà e sicuramente anche il tuo palato ti ringrazierà.

NOTA: quanto sopra è solo una tabella di riferimento generica. Regola i tempi in base ad esso. Ad esempio, se la tua acqua ha una durezza media, ti basterà decalcificarla ogni 4-5 mesi se la usi molto spesso, oppure ogni 9 mesi senza consumare 2 caffè al giorno. Controlla sempre le istruzioni della tua macchina da caffè per sapere quanto spesso dovresti decalcificare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.