Caffè

Caffettiera

In Italia abbiamo il café de puchero, e attraverso i mari possiamo goderci il café de olla. Un modo simile, ma non esattamente uguale, per tornare alle origini del caffè e gustare la nostra bevanda preferita in modo tradizionale, senza macchine o gadget moderni.

Cos’è il caffè in tazza? Il caffè tradizionale in pentola è una ricetta tipica in Messico, ma ammette diverse varianti ed è realizzato in modo simile anche in altre regioni. Si tratta, soprattutto, di un caffè aromatizzato, in questo caso con cannella e zucchero di canna, il cui segreto è che il caffè macinato viene aggiunto all’acqua bollente (e non viceversa) per poi lasciar riposare qualche minuto e infondere fuori dal fuoco. È un caffè intenso, forte, con molto corpo e sapore.

Caffettiera (in Messico)

La ricetta del café de olla in Messico si prepara riscaldando l’acqua in una grande pentola o brocca di terracotta, che deve avere una bocca larga. E ‘assolutamente fondamentale che l’acqua e il caffè vengano cotti in un recipiente di coccio, perché altrimenti il ​​gusto sarebbe diverso e non si potrebbe considerare un vero caffettiera. Inoltre, i chicchi di caffè devono essere macinati molto grossolanamente, e talvolta vengono utilizzati anche interi (senza macinare). Puoi usare una pentola di terracotta, se ce l’hai a casa.

La caffettiera messicana è solitamente mescolata con cannella e zucchero di canna, a differenza della caffettiera in Italia che è aromatizzata con spezie a piacere del consumatore. E, naturalmente, per servirlo devi usare i veri barattoli di argilla, in modo che il sapore peculiare di questa caffettiera sia mantenuto fino all’ultimo momento.

Cosa prende il caffè in tazza? Ingredienti di base

La ricetta classica è il café de olla con zucchero di canna e cannella. Il piloncillo, che può ricevere molti altri nomi (come panela o panocha, solo per citarne alcuni) è un dolcificante che viene prodotto in modo artigianale. In Italia la cosa più vicina che puoi trovare è la panela o panela in polvere, generalmente nelle sezioni di cucina internazionale dei grandi supermercati.

Questi sono gli ingredienti necessari per preparare il caffè messicano (4 tazze o 4 persone:

  • 5 tazze d’acqua
  • Mezza tazza di caffè macinato.
  • 80 grammi di piloncillo.
  • 1 stecca di cannella.
  • 1 spicchio (a piacere).

I chiodi di garofano sono un’altra spezia che viene aggiunta per migliorare l’effetto aromatico della preparazione, sebbene la ricetta tradizionale del caffè in pentola utilizzi solo cannella e zucchero di canna. Altre versioni ammettono ad esempio l’anice dolce, o la scorza d’arancia, come se fosse un punch.

Come preparare il caffè in pentola (ricetta base)

In condizioni normali faremmo una spiegazione passo dopo passo della ricetta del caffè in tazza, ma in realtà non ha molto mistero.

La prima cosa è far bollire l’acqua: mettete in una pentola l’acqua con la cannella e lo zucchero di canna e portate a ebollizione. Dovrebbe bollire per circa 4-5 minuti (o fino a quando i coni di piloncillo si saranno sciolti).

Fatto ciò andiamo a infondere il caffè: spegniamo e togliiamo la pentola dal fuoco. Aggiungete il caffè macinato, mescolate un po ‘e lasciate riposare con il coperchio (questo ultimo dettaglio è importante) per 10-12 minuti.

E pronto. Prima di servirlo non dovete far altro che filtrare il caffè, per il quale possiamo utilizzare un qualsiasi colino da cucina fine… o un colino da caffè a calza o di stoffa (molto più tradizionale e autentico).

Come preparare il caffè dalla pentola alla caffettiera? È possibile?

Il modo tradizionale per preparare il caffè in pentola, come abbiamo già detto, è con una pentola di terracotta o una brocca e un colino di stoffa. Tuttavia, esiste un metodo per preparare il caffè con una caffettiera, che sebbene non sia così puro, è qualcosa di più veloce e più facile.

Il metodo consiste nel mescolare tutti gli ingredienti solidi (ovvero: il caffè, la cannella, il piloncillo scartato e le spezie che si vogliono aggiungere) e metterli nel filtro di una caffettiera italiana come se si stesse per preparare un caffè normale.

Quindi servi l’acqua nella caffettiera, la metti sul fuoco e attendi che il caffè si alzi.

NOTA: il risultato di questo caffè in pentola in una caffettiera italiana non sarà esattamente lo stesso della ricetta originale senza una caffettiera. Qui l’acqua viene filtrata attraverso il caffè macinato sotto pressione, mentre nella ricetta originale viene infusa. Non è lo stesso e gli aromi non vengono estratti allo stesso modo.

Ma almeno è un’approssimazione abbastanza accurata.

Dove puoi comprare il caffè in tazza?

Per comprare il caffè in tazza, in Italia è abbastanza difficile. Dovresti andare in Messico, dove, essendo una bevanda così popolare, ci sono molte marche che la commercializzano, di solito sotto forma di caffè solubile. Nescafé è uno di loro, per citarne uno conosciuto.

Un’opzione più remota, se vivi in ​​una grande città come Madrid o Barcellona, ​​è andare in un piccolo negozio specializzato in prodotti messicani locali. Lì si sforzano di importare numerosi prodotti alimentari e ingredienti dal Messico che non si trovano in Italia. MariaLaBonita.com è uno di questi negozi, ad esempio, e in esso puoi acquistare il caffè solubile Nescafé, come quello mostrato nell’immagine.

Quanto dura il caffè in tazza?

Prima di tutto, il caffè messicano come qualsiasi altro tipo di caffè è sempre migliore quanto più fresco. Quindi, se puoi averlo appena fatto, apprezzerai appieno tutte le sue qualità e sfumature.

Nonostante quanto sopra, dobbiamo riconoscere che, come per il caffè filtro, il caffè in pentola viene solitamente preparato in grandi quantità e, a volte, se siamo solo un commensale a casa, avremo del caffè avanzato. Molti utenti scelgono di conservarlo per la mattina successiva e di berlo riscaldato… che insistiamo non è il modo migliore per prenderlo, ma se ci avanza sarà sempre meglio che buttarlo nel lavandino.

Suggerimento: se puoi, conservalo in una caraffa termica ben chiusa a temperatura ambiente. È vero che se lo tieni in frigo manterrà meglio le sue proprietà, ma il problema sarà in seguito quando lo scalderai: sbalzi di temperatura fanno paura al caffè. E ovviamente, freddo non lo prenderai. Quando si tratta di riscaldarlo di nuovo, è molto meglio farlo a fuoco basso che in un microonde.

Certo: sconsigliamo di conservare la caffettiera per più di 24 ore una volta infusa.

Qual’è la differenza tra pot coffee e american coffee?

Pot coffee e american filter coffee non hanno niente a che fare l’uno con l’altro, anche se forse possiamo trovare una certa somiglianza nel fatto che sono caffè leggeri fatti con molta acqua. Tuttavia, il caffè americano viene prodotto mediante filtrazione a pressione e il caffè in tazza viene prodotto mediante infusione. I risultati saranno necessariamente diversi, oltre al fatto che la caffettiera viene aromatizzata mentre quella americana viene solitamente presa da sola.

Puoi fare un caffè in tazza senza zucchero?

Ovviamente infatti l’originale caffettiera in pentola non contiene zucchero ma zucchero di canna. È un caffè che non si addolcisce, ma si aromatizza, da cui deriva anche il suo peculiare sapore e aroma, diverso da tutto ciò che di solito si conosce in Europa.

Se non volete aggiungere nessun tipo di dolcificante o dolcificante, potete eliminare il piloncillo, ma poi avrete un infuso molto «zoppo» perché in realtà state eliminando metà degli ingredienti base di questa ricetta.

Le calorie nel caffè in pentola senza zucchero dipenderanno in gran parte dalla quantità di zucchero di canna che usi nella preparazione, ma se segui le ricette di riferimento puoi contare su circa 40 calorie per tazza.

Se assunto senza latte aggiunto, il caffè in pentola non ha molte calorie.

Omnilife Pot Coffee: ha davvero dei vantaggi?

Omnilife è una linea di prodotti dietetici che opera abitualmente in vari paesi latini, compresa la Italia, attraverso distributori e privati ​​indipendenti (non ha un negozio fisico o qualcosa di simile).

La caffettiera Slimming Omnilife non è proprio caffè o assomiglia troppo alla ricetta classica che vi spieghiamo in questa pagina. Si tratta solo di un integratore alimentare ipocalorico, come tanti altri che questo marchio ha a catalogo, con la particolarità che in questo caso sa di caffettiera.

Naturalmente sconsigliamo il consumo di questo tipo di articolo. Se vuoi perdere peso o prenderti cura della tua salute, inizia acquisendo buone abitudini alimentari e sportive e consulta un nutrizionista. E se vuoi goderti un buon caffè in tazza, fallo secondo i canoni seguendo le indicazioni che ti abbiamo fornito sopra.

Come fare il caffè in pentola con il cioccolato: ricetta classica

In questo articolo abbiamo già ripetuto in più occasioni che il caffè messicano è una ricetta che ammette tante varianti, in alcuni casi puramente regionali.

Ebbene, una delle più popolari e accettate è la ricetta del caffè in tazza con cioccolato. Si fa nello stesso modo e con gli stessi ingredienti della ricetta classica, ma eliminando lo zucchero di canna (perché si presume che il cioccolato che utilizziamo contenga già zucchero). Dipende dai tuoi gusti usare un tipo di cioccolato di maggiore o minore purezza.

Se hai ancora dubbi su come preparare il caffè con il cioccolato, puoi chiarirli completamente attraverso questo video:


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.