Caffè

Caffè e gravidanza

Il caffè e la gravidanza sono stati a lungo concetti strettamente collegati. Il caffè è la seconda bevanda più apprezzata al mondo (solo dietro l’acqua) e logicamente sono tante anche le donne incinte. Bere caffè durante la gravidanza è un dilemma che molte madri devono affrontare, anche prima di essere incinte.

E facendo un passo avanti… ci sono molte persone veramente dipendenti dal caffè, che non possono fare un passo al mattino senza averne la prima tazza. Bene, la domanda è… cosa succede se normalmente bevo molto caffè e rimango in salute? Il caffè è pericoloso per le donne incinte? È brutto bere caffè in gravidanza? Posso  bere caffè durante la gravidanza?


In questa pagina affronteremo i potenziali rischi del bere  caffè durante la gravidanza, i rapporti tra gravidanza e caffè, cercheremo di smantellare lo strano mito e ti aiuteremo a sapere quali effetti può avere il caffè sulle donne in gravidanza. O meglio, caffeina.

Posso bere caffè durante la gravidanza?

Bere caffè durante la gravidanza fa male? Non in senso stretto… ma se puoi evitarlo, meglio è. Il caffè nelle donne in gravidanza, o meglio, la caffeina, comporta una serie di rischi e possibili lati che, portando dentro un bambino… andrebbero evitati il ​​più possibile.

La caffeina colpisce gli adulti allo stesso modo del bambino che porti con te, quindi se bevi caffè (o qualsiasi altra bevanda contenente caffeina), il tuo battito cardiaco accelera, la pressione sanguigna può aumentare e avrai difficoltà a riposare. Ti interessa che questo accada anche al bambino? Sicuramente no… ecco perché si consiglia di evitare il caffè (non perché è cattivo di per sé).

C’è anche un altro aggravamento: il corpo del bambino non si forma e quindi ci vuole molto più tempo di te per metabolizzare la caffeina che assorbe. In altre parole, il bambino è esposto alla caffeina più a lungo della madre.

Uno degli effetti più importanti del bere molto caffè in gravidanza è che aumenta il rischio di parto prematuro e aborto spontaneo. Aumenta anche il rischio di perdita di peso del bambino… solo pochi grammi per ogni 100 milligrammi di caffeina al giorno che la madre assume. Questa non è una cifra significativa nel caso dei bambini normali… ma se lo sviluppo del bambino ha un problema, o è un bambino prematuro, allora può già essere una complicazione.

Logicamente, piccole quantità di caffeina sono tollerabili perché non producono questo tipo di effetti. Quanta caffeina puoi bere durante la gravidanza? Più o meno l’equivalente di una tazza di caffè. La cosa migliore è non bere nulla, ma se non si resiste… tutti gli studi suggeriscono che una quantità massima di 200 milligrammi di caffeina (più o meno una tazza di caffè, per capirci) è tollerabile.

L’OMS (Organizzazione mondiale della sanità), ad esempio, va oltre e colloca questa cifra intorno ai 300 milligrammi.

È pericoloso bere caffè durante la gravidanza? No non lo è. La caffeina rappresenta semplicemente un rischio minimo che, come donna incinta, dovresti evitare. Posso bere caffè durante la gravidanza? Sì, il potere può. Ma è assurdo correre qualsiasi rischio, per quanto minimo, che possa influire sulla salute del feto.

Caffè e gravidanza: primo mese

Gli effetti del caffè nel primo mese di gravidanza sono molto meno evidenti che in una fase più avanzata della gravidanza. Per questo motivo, il caffè e la gravidanza nel primo trimestre sono meno dannosi. Non che debba o possa essere preso senza precauzioni, ma i rischi sono molto inferiori.

Nella prossima sezione spiegheremo perché.

Caffè e gravidanza: terzo trimestre

Il corpo delle donne in gravidanza funziona nel modo seguente: con l’avvicinarsi della data di scadenza, il corpo si sposta (si adatta alla nascita del bambino) e questi cambiamenti fanno sì che la caffeina impieghi più tempo a metabolizzarsi.

Come regola generale, la caffeina viene espulsa dall’organismo dopo 4 o 6 ore, di solito nelle urine.

Per darti un’idea, durante il secondo trimestre (metà gravidanza) la caffeina impiega già il doppio del tempo rispetto all’inizio per lasciare il tuo corpo. Nel terzo trimestre di gravidanza, la caffeina può impiegare fino a tre volte il tempo per metabolizzarsi – circa 18 ore.

Conclusione: è molto peggio bere il caffè nel terzo trimestre di gravidanza che all’inizio.

Caffè decaffeinato e gravidanza

Se sei molto abituato a bere caffè, una buona soluzione in caso di gravidanza è sostituire il caffè decaffeinato durante la gravidanza. O meglio ancora, se hai l’idea di cercare un bambino programmato in anticipo, prova a bere caffè decaffeinato prima di prepararti.

In questo modo, non riduci improvvisamente il consumo di caffeina, ma lo riduci in modo significativo, quindi il processo sarà un po ‘meno traumatico. Certo: tieni presente che il caffè decaffeinato ha sempre caffeina (anche se pochissima) e che non vale la pena rimpinzarsi di tazze di caffè senza caffeina o abbinarlo a cioccolato, Coca-Cola o altri stimolanti. Come sempre, la chiave è la moderazione.

La raccomandazione generale riguardo al caffè decaffeinato e alla gravidanza è di non berla affatto. Ma se non puoi rinunciarci, almeno il decaffeinato è una soluzione meno afflitta.

Ecco il caffè per la gravidanza

Il caffè istantaneo Ecco è molto popolare, anche se non è fatto con il caffè ma a base di orzo tostato. Anche il rapporto tra caffè Ecco e gravidanza è in discussione, principalmente per i dubbi che la sua composizione solleva.

Tuttavia, non contiene caffeina, quindi in questo senso non c’è problema a bere caffè Ecco durante la gravidanza. È un buon sostituto del caffè per le donne in gravidanza, come accade con altri caffè a base di cereali. Ma attenzione, perché contiene zucchero e altri composti che non sono sani come ci dice il produttore. Ma quando si parla di caffeina, di cui parliamo in questa pagina, il caffè ecologico in gravidanza è totalmente innocuo.

E quando qualcuno ti chiede del caffè ecologico in gravidanza, sai cosa rispondere: non è proprio caffè, quindi non può essere equiparato.

Effetti della caffeina durante la gravidanza

In questa sezione cercheremo di riassumere quali sono gli svantaggi del caffè per le donne incinte, in modo breve e sintetico. Senza mezzi termini:

  • Difficoltà ad addormentarsi e riposare.
  • Nervosismo.
  • Bruciore di stomaco.
  • Difficoltà ad assorbire il ferro (a causa dei fenoli presenti nel caffè).
  • Aumento della pressione sanguigna.
  • Accelerazione della frequenza cardiaca.
  • Aumento della tensione.
https://www.youtube.com/watch?v=B6u7uuSmMkM

Caffè verde e gravidanza

Non ci sono molte informazioni veritiere sugli effetti del  caffè verde  sulle donne in gravidanza, quindi non faremo una dichiarazione chiara su questo aspetto. Bere caffè in gravidanza è altrettanto pericoloso o sicuro, indipendentemente dal formato o dalle qualità in cui si presenta.

Come sapete, il caffè verde non è altro che il chicco di caffè non torrefatto e di solito viene assunto sotto forma di pillole, capsule di caffè verde, composti o estratti. Non è che sia un sostituto del caffè come infuso o bevanda, ma semplicemente ha altre proprietà e altre applicazioni.

Nel caso delle donne in gravidanza, il caffè verde è controindicato (si fa per dire) quanto il caffè tostato, per il semplice motivo che contiene anche caffeina. Ma al di là della presenza di caffeina, e quindi della comodità di ridurne o moderarne l’assunzione, non sono noti problemi o effetti del caffè verde nelle donne in gravidanza.

Caffè e tè in gravidanza: conseguenze

Certo… il caffè non è l’unico alimento che contiene caffeina o stimolanti naturali, giusto? In proporzioni diverse, ma qualcosa di simile accade con il tè e la teina, o con altri alimenti che contengono caffeina (in misura minore) come bibite o cioccolato.

Quindi non vale molto che elimini il caffè dalla tua dieta quando sei incinta e poi ti ingozzi di Coca-Cola, cioccolato e tè ogni giorno.

Caffè e allattamento

Si consiglia di ridurre o eliminare completamente la quantità di caffè che si assume quotidianamente quando il bambino è allattato al seno, per lo stesso motivo per cui si evita quando ce l’abbiamo dentro e viene alimentato attraverso la placenta: prima o poi la caffeina finirà per entrare nel corpo del bambino, che richiederà molto più tempo per essere espulso rispetto a una persona adulta.

Insomma: non si può bere il caffè durante la gravidanza (non si dovrebbe, anzi), ma gli stessi principi potrebbero essere applicati anche al caso dell’allattamento al seno e ai primi mesi di vita del bambino.

Nota dell’editore: prendi queste informazioni solo a scopo informativo. Non seguire mai i consigli sulla salute letti da soli su Internet. In caso di dubbio, consultare sempre il medico o il ginecologo. 


Alcuni dei contenuti di questa pagina provengono da Amazon. I prezzi e la disponibilità dei tuoi prodotti vengono aggiornati ogni 24 ore e sono soggetti a modifiche. Se decidi di acquistare qualcosa, verranno sempre applicate le informazioni su prezzo e disponibilità che appaiono su Amazon al momento dell’acquisto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.